Atuttapagina.it

La formazione dello scorso anno più Dionisi, l’affiatamento del gruppo dietro i successi del Frosinone

Soddimo Ciofani Stellone Federico CasinelliChe quella dell’anno scorso fosse una squadra forte era risaputo. Già durante la stagione passata si era detto che se il Frosinone avesse giocato in Serie B con quell’organico, avrebbe fatto di sicuro una bella figura. Eravamo a metà dello scorso campionato di Prima Divisione ed era evidente a tutti che quel gruppo era qualitativamente e umanamente attrezzato per ottenere buoni risultati anche nella categoria superiore.
Le sensazioni di allora sono diventate certezze adesso che il Frosinone gioca in Serie B. Anzi, le cose stanno andando anche meglio, molto meglio, di quanto ci si potesse aspettare da quella rosa. Ieri contro il Carpi – e non è la prima volta che succede – Stellone ha schierato praticamente la formazione impegnata un anno fa in Lega Pro: Zappino, Matteo Ciofani, Russo, Blanchard, Crivello, Carlini, Gori, Gucher, Soddimo e Daniel Ciofani. L’unico “intruso” è stato Dionisi, arrivato in giallazzurro all’indomani della promozione in Serie B. E anche due dei tre giocatori entrati nel secondo tempo, Frara e Paganini, sono entrambi elementi che un anno fa sono stati protagonisti in Prima Divisione.
Questo aspetto non è da sottovalutare, perché i successi di una squadra si costruiscono nel tempo. Progettando e aspettando con pazienza di raccogliere i frutti di quanto seminato. E il Frosinone che sogna la Serie A è un’idea che parte da lontano, da quella Lega Pro dove tutto ha avuto inizio.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni