Atuttapagina.it

Ottaviani: “Ciclabile in via Fontana Unica e Monumento di Mastroianni al casello A1”

Ottaviani quartiere ScaloSi è svolto, alla presenza di numerosi cittadini, l’atteso incontro organizzato dal Comitato Civico “Laboratorio Scalo” con il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani.
Insieme al sindaco sono intervenuti il vicesindaco Francesco Trina, gli assessori Fabio Tagliaferri e Riccardo Mastrangeli e i consiglieri Turriziani e Zaccheddu.
Il presidente del comitato Anselmo Pizzutelli, nella sua introduzione, ha espresso soddisfazione per la firma del protocollo d’intesa con le Ferrovie dello Stato e per gli sforzi che l’amministrazione sta portando avanti per il progetto di riqualificazione dell’area circostante la stazione, con l’auspicio che possa realizzarsi in tempi brevi.
Il dibattito è iniziato con la richiesta da parte dell’assemblea, come già sollecitato in passato, dell’assoluta necessità di mettere nell’agenda dell’amministrazione i problemi di ordinaria manutenzione, grandi e piccoli, del quartiere Scalo. Nello specifico: realizzazione definitiva delle rotatorie in fase sperimentale, interventi sulla viabilità, realizzazione di marciapiedi in via Fontana Unica, manutenzione dei marciapiedi che conducono al Conservatorio, messa in sicurezza della passerella pedonale di via Verdi oggi sdrucciolevole, introduzione di un apposito permesso di sosta per i residenti nelle immediate vicinanze della stazione.Ottaviani quartiere Scalo1
Il comitato ha anche richiesto l’organizzazione di eventi ludici e culturali, per rinvigorire quello spirito di aggregazione indispensabile per riscattare questo territorio da una condizione propria di molte periferie.
Il sindaco ha affrontato in modo puntuale le richieste dell’assemblea riguardanti le questioni di cui si sta occupando personalmente e demandando le altre agli assessori presenti. Consapevole delle necessità di cercare soluzioni ai tanti problemi evidenziati, ma dovendo fare i conti con le scarse risorse economiche, ha annunciato la bitumazione di via Fontana Unica con la realizzazione su un lato di una pista ciclabile, che congiungerà la stazione con il campo sportivo, trasformando la stessa in senso unico. L’intervento, ha aggiunto Tagliaferri, è soltanto il primo di un più ampio programma di rifacimento delle strade del quartiere.
Il sindaco, inoltre, con grande soddisfazione da parte del comitato che da anni lo propone, ha annunciato che a breve si procederà alla realizzazione di una grande rotatoria all’uscita del casello autostradale, dove sarà installato il Monumento ai Caduti dell’illustre Maestro Umberto Mastroianni in corso di restauro. Sicuramente un bel biglietto da visita per l’intera città. Per le altre rotatorie, invece, l’assessore Tagliaferri ha dichiarato che la realizzazione è subordinata al reperimento di sponsor privati disposti a farsene carico.
Ottaviani quartiere Scalo2Il dibattito si è poi protratto sul progetto di riqualificazione. Il sindaco si è soffermato sui dettagli dell’intervento. La realizzazione di una grande piazza pavimentata, spazzi verdi attrezzati con giochi per i bambini e recupero delle due strutture esistenti come esempi di architettura industriale. L’intervento sarebbe realizzato attraverso il contributo di un soggetto privato, a fronte della concessione dei portici ad uso commerciale, per un periodo di circa 25 anni, sviluppati su un solo piano, per una superficie massima di 4.000/5.000 mq, la cui proprietà resterebbe comunque del Comune. A tutto questo bisogna aggiungere la realizzazione di un parcheggio a raso, al di là della ferrovia, nell’ex area Frasca e quello che dovrebbe sorgere nell’area Eni, nelle vicinanze della sede dell’Agenzia delle Entrate, che la proprietà sarebbe disposta a cedere in permuta con un’area analoga.
Tali parcheggi, ha assicurato il sindaco, garantirebbero il numero di posti auto necessari per tanti pendolari, con abbonamenti a costi non superiori ad un euro al giorno.
Il Comitato ha chiesto di porre particolare attenzione alla scelta progettuale che dovrà garantire per i pedoni quella ricucitura del quartiere che non c’è mai stata. Tale ricucitura non può essere affidata ad un semplice camminamento rialzato sulla ferrovia.Ottaviani quartiere Scalo3
L’assemblea si è soffermata sulla necessità di trovare il giusto equilibrio tra l’interesse privato e quello collettivo, trovando d’accordo il primo cittadino nell’utilizzare le due strutture esistenti come spazi di aggregazione da mettere a disposizione della cittadinanza.
Infine, il comitato ha sottolineato le potenzialità esistenti tra la scuola Pietrobono e il retrostante Fiume Cosa. Quale idea migliore se non quella di realizzare proprio nel tratto adiacente la scuola un parco urbano che possa coniugare le esigenze di pubblica utilità della scuola e quelle dell’intero quartiere Scalo ampliando al contempo la strada e risolvendo, quindi, anche i problemi di viabilità, per poi immergersi con pochi passi nel verde del Fiume Cosa?
Laboratorio Scalo attraverso lo strumento del dialogo costruttivo e propositivo intende dare il proprio contributo alla definizione dettagliata dei progetti di riqualificazione, nell’interesse del quartiere Scalo e della città tutta.
Il Comitato, nel ringraziare il sindaco per la disponibilità e i tanti cittadini intervenuti per perorare la causa di un quartiere da troppo tempo in attesa d’interventi, informa che ben presto tornerà ad incontrare il vicesindaco Francesco Trina per approfondire le importanti novità relative al capolinea del trasporto urbano ed extraurbano.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni