Atuttapagina.it

Un concorso per realizzare una scultura da collocare all’interno della Villa comunale di Frosinone

Accademia Belle ArtiDa sempre convinto che la sensibilizzazione all’arte rappresenti un’occasione per promuovere la crescita culturale, il Rotary Club di Frosinone ha deciso di promuovere, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Frosinone, il concorso “Una scultura in villa”, riservato agli studenti dell’Accademia. L’obiettivo del concorso è di realizzare una scultura da collocare nella Villa comunale del capoluogo, che rappresenti l’inizio di un patrimonio artistico fruibile dall’intera cittadinanza. Entro il 30 aprile i partecipanti dovranno far pervenire alla sede dell’Accademia in viale Mazzini il progetto esecutivo dell’opera.
Il lavoro scelto da un’apposita commissione sarà realizzato entro il 31 maggio 2015. Al giovane artista sarà assegnato il premio di 3.000 euro. La proclamazione ufficiale del vincitore avrà luogo in occasione di una manifestazione organizzata dal Rotary Club di Frosinone, contestualmente a una esposizione di  tutti i progetti partecipanti al concorso. Il regolamento integrale del concorso è rintracciabile all’indirizzo www.accademiabellearti.fr.it/eventi-e-news/news/2015/marzo/una-scultura-in-villa.aspx.Rotary Club Frosinone, Alberto Accinni
«Il Rotary Club di Frosinone – ha detto il presidente del Club, Alberto Accinni – è sempre stato promotore di iniziative di spessore, realizzate con istituti di alta cultura, per dare visibilità al lavoro dei giovani e per valorizzare le risorse, tante, del nostro territorio. “Una scultura in villa” si inserisce in questo solco: non solo verrà premiata la creatività dei giovani studenti, ma il nostro territorio – nella fattispecie la villa comunale di Frosinone – potrà vantare un’importante testimonianza artistica. Il nostro grazie – ha concluso Accinni – giunga al direttore Luigi Fiorletta, al presidente Remo Costantini e alla responsabile del concorso Loredana Rea».
Il progetto si inserisce nel più ampio panorama della  public art, con cui si intende un’attività di commissione di pratiche artistiche che hanno fatto dello spazio pubblico il luogo privilegiato di intervento, stabilendo una comunicazione diretta tra artista e fruitore al di là di ogni mediazione colta in una prospettiva che allarga insieme scena e pubblico dell’arte. L’intento è focalizzare l’attenzione del pubblico e degli amministratori sulla possibilità dell’arte di cambiare la società, attraverso un percorso di riqualificazione culturale. (Ilaria Ferri – Ufficio Stampa Rotary Club Frosinone)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni