Atuttapagina.it

A Veroli una mostra documentaria sul centenario della Grande Guerra

Prima Guerra mondialeNel centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale (24 maggio 1915) una mostra documentaria sulle carte d’epoca conservate nell’archivio storico comunale di Veroli sarà inaugurata questa mattina, venerdì 22 maggio, presso la Galleria La catena. “1915-2015, Memorie della Grande Guerra nelle carte d’Archivio”, con questa mostra documentaria l’amministrazione comunale di Veroli, aderendo alle iniziative promosse in ambito nazionale, intende contribuire al recupero e alla valorizzazione della memoria storica di quegli avvenimenti che – tra luci ed ombre – rappresentano una delle tappe fondamentali della formazione della nostra identità nazionale.
«La documentazione conservata nell’Archivio Storico Comunale – spiegano il sindaco Simone Cretaro, l’assessore alla Cultura Cristina Verro ed il consigliere delegato per la biblioteca Germano Caperna, nell’introduzione alla pubblicazione edita dal Comune di Veroli per l’occasione – non concerne la strategia militare o gli eventi sul campo di battaglia, quanto piuttosto le dure condizioni in cui si trovarono a vivere in quegli anni le nostre genti, fossero combattenti al fronte o i loro familiari a casa. Tuttavia il diretto contributo della città alla Grande Guerra è testimoniato dai duecentottanta caduti, in memoria dei quali un Comitato spontaneo volle erigere il relativo Monumento, che, opera del noto scultore Vincenzo Jerace, venne inaugurato il 2 giugno 1923 ed è tuttora meta di onoranze pubbliche il 24 maggio e il 4 novembre, unendovi il ricordo dei caduti di tutte le guerre». La mostra espositiva, che ha ricevuto il logo ufficiale del centenario da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed il patrocinio del Museo Centrale del Risorgimento che ha messo a disposizione anche importanti materiali grafici, rientra nell’ambito di un progetto elaborato dal Sistema bibliotecario e documentario della Valle del Sacco, finanziato per le ricerche di archivio dalla Regione Lazio. I documenti esposti sono stati raccolti in nove sezioni che caratterizzano l’arruolamento, il matrimonio e le licenze dei soldati, le notizie dal fronte che non si vorrebbero avere come quelle concernenti la prigionia e la morte dei soldati al fronte. Altre sezioni riguardano le donne e la guerra, i soccorsi alle popolazioni ed il sostegno di queste ai soldati, il congedo e le diserzioni, l’influenza spagnola ed il monumento ai Caduti. «Sono importanti tali iniziative – dice il sindaco Cretaro – per l’indubbio valore didattico che generano sul territorio. Per tale motivo cercheremo di valorizzare ulteriori aspetti della storia e delle tradizioni di Veroli che, grazie alla documentazione presente nell’archivio storico comunale, potranno essere messi a disposizione delle giovani generazioni». La mostra, in questa settimana, sarà aperta al pubblico anche sabato e domenica mattina dalle 10 alle 13 con la disponibilità per i visitatori di poter  interagire con i curatori della stessa.

Veroli Prima guerra mondiale

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni