Atuttapagina.it

Amor ch’a nullo amato amar perdona, il Liceo di Ceccano celebra i 750 anni della nascita di Dante

Dante Alighieri“Amor, ch’a nullo amato amar perdona”. Quelle parole colpiscono ancora oggi, a 750 anni di distanza, e lo fanno in tante lingue: inglese, francese, spagnolo, russo, albanese, rumeno. Parlano dell’amore, della passione, della gelosia, della violenza, delle vicende umane. Dante le fa dire a Francesca, che parla anche a nome del suo amato, che ancora non l’abbandona, nonostante le pene dell’inferno. “Amor ch’al cor gentile ratto s’apprende” sarà raccontato dagli studenti del Liceo di Ceccano domani 29 maggio, alle 9:10, in Aula Magna in occasione della “Giornata Dante”, per i 750 anni dalla nascita del poeta fiorentino, avvenuta tra la fine di maggio e l’inizio del giugno del 1265. La “Giornata Dante” è uno degli appuntamenti della manifestazione “Per ben finire”, conclusione dell’anno scolastico. E gli studenti racconteranno anche un Dante particolare, il Dante tradotto, pubblicato in altre lingue. Ascolteremo così Francesca ed altri personaggi della Commedia parlare in francese, in inglese, in spagnolo, in russo, in albanese, l’omaggio del mondo ad uno dei più grandi poeti dell’umanità, padre della lingua italiana, interprete profondo degli aneliti della vita. La manifestazione è curata dagli insegnanti di lettere del Liceo di Ceccano.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni