Atuttapagina.it

Cassino, successo per la raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare promossa dalla Cisl

CislSi è tenuta nei giorni scorsi, presso l’ospedale di Cassino, la raccolta firme #Firmalacrescita, la campagna promossa dalla Cisl per la proposta di legge di iniziativa popolare che tra i punti fondamentali prevede l’introduzione di un bonus fiscale da 1.000 euro annui per i contribuenti che hanno un reddito individuale fino a 40 mila euro, un assegno familiare legato al numero dei componenti della famiglia, un’imposta patrimoniale per chi supera i 500 mila euro di reddito l’anno, la riduzione dell’evasione fiscale.
I tempi della politica non sono compatibili con l’aumento dei disoccupati, dei giovani esclusi dal lavoro, dei nuovi poveri. Dopo sette anni di crisi servono risposte certe, immediate e concrete. Il rischio è alimentare il conflitto sociale che è già a livelli di guardia. La crescita deve ripartire.
La Cisl ritiene necessario il rafforzamento dei redditi dei lavoratori e dei pensionati e la ripresa dei consumi e della crescita. Per questi motivi offre il suo contributo fattivo con un progetto di legge di iniziativa popolare che spinga il governo ad adottare una riforma del sistema fiscale per cambiare il Paese.
«A Cassino, grazie all’impegno della Fp – Cisl provinciale, siamo riusciti a convogliare molti iscritti e simpatizzanti dell’ospedale, ma anche molti cittadini – commenta Pietro Maceroni, segretario generale della Cisl -. Con la presentazione della proposta di legge di iniziativa popolare sul fisco (depositata in Corte di Cassazione il 23 febbraio scorso) è partita la campagna di raccolta firme che impegnerà la Cisl. Una mobilitazione su tutto il territorio che è ispirata dalle ragioni sostenute nella piattaforma sul fisco e dall’istanza di rilanciare il Paese in modo più equo e giusto. Obiettivo è raccogliere un milione di firme nei posti di lavoro, nei territori, nei Comuni, nei luoghi tradizionali di aggregazione sociale per cambiare il sistema fiscale nel nostro Paese con cinque punti forti della proposta».
Nella giornata di martedì erano presenti, presso l’ospedale di Cassino, il segretario provinciale della Cisl Enrico Coppotelli, il segretario generale della Fp – Cisl Francesca Coscarella, il consigliere provinciale avvocato Alessandro D’Ambrosio quale autenticatore delle firme e tanti iscritti e simpatizzati che hanno firmato la proposta di legge.
«Sono state raccolte ormai migliaia di firme, ma dobbiamo intensificare – ha continuato Maceroni -. Pertanto invitiamo tutti i cittadini a recarsi presso le sedi della Cisl della provincia di Frosinone per firmare la proposta di legge. Nelle prossime settimane saremo presso l’ospedale di Sora con i medesimi obiettivi per cercare di cambiare il Paese».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni