Atuttapagina.it

Doppio appuntamento con la musica del Conservatorio di Frosinone

Conservatorio di FrosinoneTorna la musica targata “Refice”. Il Conservatorio di Frosinone apre le porte al pubblico proponendo un doppio appuntamento musicale assolutamente da non perdere.
Si comincia giovedì 28 maggio alle 17:30 presso la Sala Paris dell’Istituto con il progetto dal titolo “Note e parole tra terra e cielo”, interamente dedicato a Giacomo Puccini, curato dalla professoressa Stefania Porrino con la direzione musicale del M° Mauro Paris, entrambi docenti presso il “Licinio Refice”. Il programma prevede, nella prima parte, la messa in scena di un testo in prosa di Stefania Porrino intitolato “Addio senza rancor”, nel quale sono inserite alcune delle più famose arie d’opera di Puccini, da Gianni Schicchi a La Bohème, da La rondine, a Turandot e Tosca. La regia è affidata a Carla Carretti, regista collaboratore alla cattedra di Arte Scenica, mentre al pianoforte accompagnerà Roberto Murra, docente di Pratica e lettura pianistica. A seguire verrà proposta al pubblico “Suor Angelica”, la seconda opera del celebre trittico pucciniano, con la regia di Marina Tiberi, allieva del corso di Regia del Teatro musicale. Accompagnerà al pianoforte Cecilia Nicolò, studente del Corso di Corripetitore del professor Paris. Interpreti saranno gli allievi dei corsi di Canto dei professori Monica Carletti, Barbara Lazotti, Silvia Ranalli, Danilo Serraiocco e Daniela Valentini. Lo spettacolo sarà replicato, con un cast diverso, giovedì 4 giugno, alla stessa ora, preceduto da un prologo a cura di Anna D’Acunto, allieva di Regia del Teatro musicale.Conservatorio di Frosinone, Margherita Traversa, Rossella Di Chio
Dedicato agli amanti del pianoforte, invece, l’appuntamento di venerdì 29 maggio. Alle 18, presso la Sala Paris del Conservatorio, in scena il concerto del duo pianistico formato da Rossella Di Chio e Margherita Traversa, due delle più autorevoli pianiste che il “Refice” possa vantare tra i suoi docenti. In programma la Sonata op. 34 bis (dal Quintetto) di J. Brahms, i Sei studi in forma di canone op. 56 di R. Schumann, nella versione per due pianoforti di C. Debussy, e Scaramouche di D. Milhaud.
Raffinata e talentuosa pianista, Margherita Traversa si diploma ventenne, da vera e propria ragazza prodigio, al Conservatorio di Santa Cecilia perfezionando gli studi presso l’omonima Accademia con Lya De Barberiis. Vincitrice di numerosi premi e riconoscimenti (Concorso Pianistico “Arcangelo Speranza”, Concorso internazionale “Francesco Paolo Neglia”), Traversa ha all’attivo tournée nei teatri italiani ed esteri (Marocco, Svezia, Brasile, Norvegia, Spagna) nonché recital per Rai1, Radio 3 e Radio Vaticana.
Prestigioso anche il curriculum di Rossella Di Chio. Formatasi nei Conservatori italiani e all’estero presso l’Accademia Musicale di Bruxelles e presso la scuola di Stefan Askenase, Di Chio vanta numerose registrazioni per la Rai, Radio Vaticana ed altre emittenti italiane. Come solista si è esibita con successo in recital e in concerti con orchestra in Italia, Belgio, Olanda, Portogallo, Spagna, Germania e in tournée in Venezuela. Intensa la sua attività nell’ambito della musica da camera, soprattutto in Italia e negli Stati Uniti, con importanti formazioni, tra cui l’Ensemble Bilitis, e con il soprano Susan Riley Caldini.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni