Atuttapagina.it

Frosinone, il successo ha il sapore… della Lega Pro

Soddimo Ciofani Stellone Federico CasinelliSi dice che il Frosinone delle ultime stagioni in Serie B, prima della retrocessione del 2011, non fosse troppo amato dai tifosi giallazzurri perché questi ultimi non si identificavano con la squadra. In quegli anni, in effetti, Frosinone sembrava un porto di mare, con giocatori che andavano e venivano ad ogni sessione di calciomercato. Nell’ultimo campionato in B, prima del “purgatorio” in Lega Pro, in campo scesero praticamente due squadre diverse: una nel girone di andata e l’altra, dopo il mercato di riparazione, nel girone di ritorno. In quelle condizioni era complicato per il tifoso affezionarsi alla squadra.
I successi attuali del Frosinone, invece, sono il frutto di un lavoro che parte da lontano. Già nell’estate del 2012 erano state gettate le basi di un progetto che avrebbe dovuto portare dei risultati a medio e lungo termine. In quella occasione la squadra venne rinforzata con un’allegra brigata di ragazzi freschi vincitori del titolo di campioni d’Italia con la formazione Berretti. Due di loro, Gori e Paganini, insieme all’allenatore, hanno poi proseguito l’avventura nel Frosinone.
Ma è stato nell’anno seguente che la squadra è stata rinforzata con una serie di straordinari elementi per la Prima Divisione: Daniel Ciofani, Crivello, Matteo Ciofani, Soddimo, Russo e poi Carlini nella finestra invernale del mercato. Questi si aggiunsero ad altri ottimi giocatori che già erano in rosa: Frara, Blanchard, Gucher e Zappino. Sono stati tutti loro a concretizzare l’obiettivo del ritorno in Serie B a distanza di otto anni dalla prima volta e di tre anni dall’ultima.
I tifosi del Frosinone a quel punto erano già ampiamente soddisfatti: dopo la vittoriosa finale dei play-off contro il Lecce, a questi calciatori chiedevano solo la salvezza, anche sofferta, in Serie B. Ma la squadra non si è accontentata e ha fatto di meglio, perché a 180 minuti dalla fine del campionato ha la possibilità di conquistare la seconda promozione consecutiva, questa volta in Serie A.
I protagonisti di quest’incredibile cavalcata sono i giocatori citati, ai quali bisogna aggiungere quel fantastico “top player” della B che è Federico Dionisi. I successi giallazzurri partono, insomma, da lontano. Ecco perché oggi questo Frosinone è uno dei più amati di sempre e non solo per merito degli straordinari risultati. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni