Atuttapagina.it

L’ironia ciociara contro l’arroganza lotitiana, la settimana del consigliere federale

Claudio LotitoQualche settimana fa era stato il Carpi a tagliare per primo il traguardo con una splendida cavalcata che ha visto la squadra di Castori quasi sempre al comando della classifica: fuga solitaria e promozione in Serie A con larghissimo anticipo. Lo scorso weekend è toccato al Frosinone, protagonista di uno scatto finale degno dei migliori sprinter: anche i giallazzurri sono stati promossi in anticipo rispetto alla conclusione della stagione regolare.
Inevitabile l’ironia, nella festa di sabato e in questi giorni di euforia, nei confronti del consigliere federale Claudio Lotito. Passeggiando per Frosinone ci si renderà conto che sono tanti i riferimenti al presidente della Lazio, che deve sottostare alla comprensibile goliardia di queste ore. Era stato lui, in quella famosa telefonata con il direttore generale dell’Ischia Iodice, a spiegare che una “piccola” in Serie A poteva pure andare bene, ma due proprio no. «Ho detto ad Abodi: “Andrea, dobbiamo cambiare. Se me porti su il Carpi… una può salì… se mi porti squadre che non valgono un cazzo noi fra due o tre anni non ci abbiamo più una lira”. Se ci abbiamo Frosinone… chi cazzo li compra i diritti? Non sanno manco che esiste, Frosinone. Il Carpi…».
Eccole, per chi le avesse dimenticate, le parole di Lotito. E allora, per dirlo alla sua maniera, con quell’accento romanesco-burino con cui dispensa quelle che lui ritiene pillole di saggezza: «Lotì, ce devi stà!». (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni