Atuttapagina.it

Per salvare ExtraTv ci si appella alle Istituzioni

Extra tvVerrà meno una significativa voce dell’informazione locale e regionale se, nel silenzio delle istituzioni e di chi ha la possibilità di intervenire, ExtraTv sarà lasciata morire nel dimenticatoio. In qualità di rappresentanti del Circolo della Stampa di Frosinone, consapevoli della gravità in cui versa ora la precarietà dei lavoratori dell’emittente, come colleghi ed operatori dell’informazione locale facciamo appello al Prefetto di Frosinone, alle Istituzioni territoriali, alle forze politiche, al mondo economico e sociale, affinché contribuiscano fattivamente alla definizione di un percorso utile a garantire la presenza di questa voce nel primario interesse di tutta la comunità ciociara e del pluralismo dell’informazione. A differenza di altri contesti lavorativi più tradizionali i colleghi di ExtraTv sono sempre stati presi da un mestiere che a livello locale, in nome di un impegno totalizzante verso i fatti e le notizie quotidiane, ha saputo garantire a tutti i costi e con responsabilità un autentico servizio che è stato in grado di rappresentare uno strumento di informazione e di denuncia che riteniamo insopprimibile per la nostra collettività. Per questo quali rappresentanti del Circolo della Stampa di Frosinone esprimiamo solidarietà ai colleghi, ma desideriamo soprattutto esortare l’approvazione di misure urgenti ed adeguate che possano scongiurarne la definitiva chiusura della rete. Ogni testata che muore rappresenta un fatto di straordinaria gravità perché riteniamo che senza queste realtà locali l’informazione rischi di restare in mano a pochi grandi gruppi editoriali, poi di fatto monopolisti. Senza la pluralità garantita dalle testate locali, impegnate da sempre a narrare e confrontare con voce indipendente esperienze, testimonianze, inchieste, l’informazione perde una parte indispensabile delle proprie esperienze plurali, per questo chiediamo che le risorse preziose ed i professionisti di ExtraTv non siano lasciati all’indifferenza generale di chi erroneamente considera i lavoratori intellettuali non alla stregua di altre categorie. Per quanto le ragioni che hanno determinato la decisione di chiudere siano in questi tempi di crisi facilmente immaginabili, come Circolo della Stampa di Frosinone auspichiamo, insieme all’Asr, Sindacato dei giornalisti, che ci sia ancora uno spiraglio di salvezza. (Circolo della Stampa di Frosinone)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni