Atuttapagina.it

Play-off di Serie B, stasera il primo turno: il Perugia non perde dalla partita di Frosinone

Pallone calcioTutto pronto per il turno preliminare dei play-off di Serie B con quattro squadre impegnate stasera per assicurarsi l’accesso alle semifinali e continuare il sogno promozione. Partite assolutamente equilibrate sia al Curi, dove si affrontano Perugia e Pescara, che al Picco, dove la sfida è tra Spezia e Avellino. Proprio i liguri vogliono interrompere un digiuno storico: gli uomini di Bjelica, infatti, non hanno mai battuto i campani nei sei precedenti ufficiali. Ecco tutte le altre curiosità che segnala Football Data:
Perugia – Pescara. Nei 19 precedenti ufficiali a Perugia il Pescara ha vinto una sola volta in terra umbra: 0-3 nella Coppa Italia 1984/85. Il bilancio vede poi 11 vittorie umbre (ultima 2-1 nella Serie C1 2007/08) e 7 pareggi (ultimo il 2-2 nella Serie B 2014/15). Entrambe le gare di regular season, tanto quella giocata in Umbria che quella in Abruzzo, si sono concluse sul 2-2. Il Perugia si annuncia in forma, reduce da 13 risultati utili consecutivi (7 vittorie e 6 pareggi lo score, con ultima sconfitta il 2-1 a Frosinone lo scorso 3 marzo), non subisce gol in assoluto da 211′, non perde in casa da 16 partite (8 vinte ed altrettante pareggiate) ed al “Curi” non incassa gol da 259′. Il Pescara ha chiuso la regular season con 3 primati: attacco più prolifico (69 reti segnate), squadra con più espulsioni a favore (16) e squadra micidiale nei 15′ finali di gara (21 gol biancazzurri dal 76′ al 90′, inclusi i recuperi). Negli abruzzesi, che segnano da 10 partite di fila (16 marcature totali nel periodo), è squalificato Rossi.
Spezia – Avellino. Lo Spezia gioca contro la sua bestia nera: nei 6 precedenti assoluti disputati tra le due squadre tra Liguria ed Irpinia la formazione del patron Volpi non ha mai sconfitto i biancoverdi, con un bilancio di 4 pareggi e 2 successi dell’Avellino. Non solo: nelle ultime 4 sfide – le due nella B 2013/14 e nella B 2014/15 – i liguri non hanno mai segnato. Nella regular season 2014/15 è stato 0-0 all’andata al “Partenio-Lombardi” e 0-1 per gli irpini nel ritorno al “Picco”. Anche Massimo Rastelli, da allenatore, non ha mai perduto dai liguri: anche in questo caso 6 incroci, ma bilancio di 3 successi del coach biancoverde ed altrettanti pareggi. Lo Spezia arriva ai play-off come la cooperativa del gol della regular season 2014/15 (18 giocatori mandati in rete, sebbene Catellani si sia laureato capocannoniere del torneo con 19 centri alla pari di Granoche), l’Avellino ha costruito le proprie fortune sopratutto con bomber Castaldo, autore di 16 reti, quinto anno di fila in doppia cifra, ma mai così prolifico in singola stagione nel corso della sua carriera ed è – nella storia della Serie B da quando esistono i play-off, ossia dal 2004/05 ad oggi – la squadra che si è qualificata segnando meno reti, appena 42, in media 1 esatta a partita. La formazione di Bjelica arriva da 7 risultati utili consecutivi (5 vittorie e 2 pareggi) e non incassa gol da 327′. L’Avellino, in assoluto subisce gol da 8 gare di fila (12 reti incassate nel periodo), mentre fuori casa ha ottenuto 2 pareggi e 6 sconfitte nelle ultime 8 uscite, con ultimo successo esterno lo 0-1 di Livorno del 22 febbraio scorso. (Fonte: Football Data)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni