Atuttapagina.it

Giustizia: tavolo tecnico sui precari di Frosinone, Roma e Latina

GiustiziaSi è tenuto ieri mattina, presso la sede regionale di via Cristoforo Colombo, un incontro tra i sindacati rappresentanti dei tirocinanti degli uffici giudiziari del Lazio, la Regione, gli Assessorati alla Formazione e al Lavoro del Lazio, il deputato Marco Piccoli e i consiglieri regionali Simone Lupi, Enrico Forte, Daniela Bianchi, Marta Bonafoni e Baldassarre Favara.
L’obiettivo era quello di fare il punto sulla vicenda dei 450 lavoratori dei bacini di Roma, Latina e Frosinone la cui esperienza di tirocinio, fondamentale per il funzionamento degli uffici giudiziari, si è conclusa con il rischio di vedere disperse professionalità acquisite e, fatto ancor più grave, lasciando i lavoratori senza ammortizzatori sociali.
«Ieri – hanno fatto sapere i consiglieri al termine dell’incontro -, seppur in una formula interlocutoria, abbiamo gettato le basi per una sinergia possibile tra sindacati, Regione, Parlamento e Ministero della Giustizia per consentire di gestire l’emergenza nell’immediato, oltre che creare in prospettiva un percorso di politiche di lavoro attive, attraverso strumenti in fase di valutazione».
«Dobbiamo assolutamente uscire da questa impasse – proseguono i consiglieri regionali – ed unire le forze per offrire  ai lavoratori ed alle loro famiglie spiragli per una tranquillità futura. Dopo questo primo tavolo tecnico il prossimo incontro è stato convocato tra dieci giorni: nel frattempo lavoreremo per costruire un percorso in cui Regione, Ministero e sindacati offrano un primo ventaglio di soluzioni possibili».
«L’obiettivo sarà un protocollo d’intesa tra le parti che possa soddisfare le esigenze di tutti i soggetti interessati. La ricollocazione di lavoratori espulsi dal sistema produttivo e ormai da anni attivi nei vari tribunali è stata un’intuizione utile, intelligente e dignitosa sia per i lavoratori sia per gli enti che hanno usufruito di un supporto fondamentale in tempi in cui, come sappiamo, di concorsi pubblici non si parla. L’esperienza dei tirocinanti deve continuare e noi consiglieri regionali faremo la nostra parte».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni