Atuttapagina.it

Il maxischermo delle polemiche, a Frosinone fa discutere la finale di Champions League

JuventusMaxischermo sì o maxischermo no? Ha suscitato non poche polemiche la notizia dell’allestimento di uno schermo gigante a Frosinone in occasione della finale di Champions League di domani sera.
Andiamo con ordine e ricostruiamo i fatti. Nella giornata di mercoledì il Comune di Frosinone pubblica sul proprio sito istituzionale il programma per questo weekend della manifestazione “Serate in centro”. Si tratta di una serie di eventi organizzati in occasione dell’isola pedonale che nel fine settimana coinvolge il centro storico. L’ufficio stampa del Comune invia lo stesso comunicato ai giornali (Frosinone, maxischermo per Juventus-Barcellona nell’isola pedonale di Corso della Repubblica) e a questo punto si scatena la protesta di chi trova inopportuna la visione in piazza di una partita di una squadra, la Juventus, che – sembra quasi incredibile a dirsi – nella prossima stagione sarà un’avversaria del Frosinone. Qualcun altro rincara la dose sottolineando come in occasione della sfida decisiva per la Serie A dei giallazzurri contro il Crotone non sia stata adottata analoga misura del maxischermo.
Il punto è adesso questo. Frosinone e il Frosinone hanno conosciuto importanti palcoscenici calcistici solo negli ultimi dieci anni e la Serie A è arrivata appena da venti giorni. Che piaccia o meno, nel capoluogo e anche nel resto della Ciociaria tantissimi hanno avuto e hanno una squadra del cuore del massimo campionato, oltre a tenere per il Frosinone che ha rappresentato l’orgoglio cittadino ma che, ahinoi, ha calcato per anni i campi polverosi della Serie C o della Serie D. A parte quegli encomiabili tifosi, che rappresentano lo zoccolo duro del pubblico giallazzurro e che hanno sempre e solo avuto a cuore il Frosinone, gli altri si sono divisi quanto meno a metà tra la squadra della propria città e quella della Serie A.
Adesso, però, è auspicabile un cambiamento, che necessariamente avrà bisogno di un po’ di tempo per giungere a compimento. Il cambiamento dovrà essere che a Frosinone si tiferà Frosinone, come a Torino si tifa la Juventus o il Toro, a Milano il Milan o l’Inter, a Roma la Roma o la Lazio, a Napoli il Napoli e così via. Per questo motivo sarà importante il contributo delle giovani generazioni: di quei bambini e ragazzi, cioè, che si sono avvicinati al calcio avendo la fortuna di vivere un grandissimo Frosinone. Quando, infine, questo cambiamento sarà completo, a nessuno verrà più in mente di allestire uno schermo per trasmettere una partita che non riguardi i leoni ciociari. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni