Atuttapagina.it

Incontri culturali a Veroli, appuntamento con Concita De Gregorio

Concita De GregorioConcita De Gregorio a Veroli. La giornalista firma di punta di cronaca e politica del quotidiano La Repubblica, già direttore de L’Unità, sarà ospite dell’iniziativa “Incontriamoci a Veroli” per presentare il suo ultimo lavoro da scrittrice, il libro “Mi sa che fuori è primavera” edito da Feltrinelli. L’appuntamento, promosso dal Comune di Veroli e dalla libreria Ubik di Frosinone, si terrà domani 25 giugno alle 21 nel suggestivo chiostro agostiniano ubicato nel cuore del centro storico, già sede anche di una mostra di pittura e scultura a cura di Paolo Gaetani e Romano Orgiti che sta richiamando un considerevole numero di visitatori.
«Siamo davvero onorati di accogliere il direttore Concita De Gregorio – dice il sindaco Simone Cretaro – quale protagonista molto conosciuta ed apprezzata dal grande pubblico televisivo e dai lettori. Ci apprestiamo ad avere una nuova serata culturale di qualità dove i libri e le valutazioni ed approfondimenti dell’autore entreranno direttamente in contatto non solo con gli appassionati della buona lettura, ma anche con l’ambiente artistico che fa da cornice all’evento».
De Gregorio intratterrà il pubblico sui contenuti del suo libro che racconta il dolore infinito e straziante di una madre. La giornalista e scrittrice nel suo libro prende, infatti, per mano un fatto di cronaca ed entra nella voce della protagonista, ricostruendo le fila di una storia drammatica. Un racconto tra una madre distrutta per la tragica fine delle sue bambine e l’autrice e che, insieme, intrecciano un dialogo intenso mostrando, oltre al dolore, il ritorno alla vita. Concita De Gregorio indaga a fondo una storia vera mettendo in piedi una narrazione sostenuta ed incalzante. Le due donne ricostruiscono i frammenti di una storia e mettono il punto, perché la narrazione è la sola via per segnare il passaggio dal dolore alla vita. Il bisogno di essere ancora felice, ripetuto a voce alta, una sfida contro le frasi fatte, contro i giudizi e i pregiudizi. Un libro, insomma, da leggere tutto d’un fiato e che Concita De Gregorio sicuramente illustrerà, anche a Veroli, in modo ancora più diretto di quanto abbia scritto.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni