Atuttapagina.it

Presentato il nuovo modello Alfa Romeo, da Cassino il riscatto chiamato Giulia

Alfa Romeo GiuliaLa nuova nata della FCA, battezzata “Giulia” dal suo creatore Sergio Marchionne, sarà presto disponibile sul mercato e per gli estimatori del marchio storico dell’Alfa Romeo. Gli “alfisti”, vecchi e nuovi, potranno godere del “gioiello” prodotto nello stabilimento di Cassino che, come ha recentemente dichiarato l’amministratore delegato della FCA, «diventerà il cuore del marchio Alfa. Saremo – ha sottolineato Marchionne – i diretti concorrenti della Bmw e dell’Audi».
Ma la storia futura dell’Alfa Romeo non finisce con “Giulia”, ma proseguirà nel 2016 con un SUV sempre a marchio Alfa ed un altro modello che verrà sfornato sempre dalle linee di Piedimonte San Germano. A Cassino ci sarà un riassorbimento completo di tutti gli operai, oltre a nuove assunzioni. «Marchionne ha confermato tutto ciò che noi abbiamo detto nei momenti più critici – ha detto Mirko Marsella della Fim Cisl di Frosinone -, ci auguriamo che le tappe di Cassino siano come quelle messe in atto nello stabilimento di Melfi. Le possibilità qui ci sono tutte». «La notizia positiva riguarda soprattutto l’ulteriore modello che si è aggiunto: un fatto che avrà ricadute occupazionali importanti su tutto il territorio cassinate».
Con più pragmatismo Francesco Giangrande della Uilm sostiene che «prima di pensare all’occupazione aggiuntiva cerchiamo di vedere risolta la situazione degli operai che sono ora in cassa integrazione per ristrutturazione. I modelli che verranno realizzati nello stabilimento cassinate sono destinati ai mercati mondiali, soprattutto all’America. Non sarà un fallimento – afferma Giangrande – ma una grande impresa perché il marchio Alfa è molto ambito».
In America e in Canada l’Alfa Romeo riparte con 86 concessionarie, selezionate nell’ambito della rete nordamericana della Fiat. Di questo primo gruppo 82 punti vendita sono localizzati negli Usa, con i quattro restanti assegnati al Canada. La rete di vendita crescerà rapidamente, fino a superare i 300 showroom complessivamente. Già nella seconda metà del 2015 prenderà piede la prima fase di ampliamento del network iniziale, ma è con il debutto delle novità principali della futura gamma – a partire dalla Giulia – che la casa imprimerà la svolta decisiva alla sua presenza commerciale negli Usa.

Alfa Romeo Giulia1

Alfa Romeo Giulia2

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni