Atuttapagina.it

Ceccano, il vescovo Spreafico al festival Francesco Alviti

Festival Francesco Alviti«Questa orchestra è l’espressione dell’armonia dei suoni, degli intenti, dell’impegno di ciascuno. Prendetene spunto per migliorare la vostra città». Così monsignor Spreafico, vescovo di Frosinone, ha salutato il pubblico intervenuto alla Serata Haendel al Festival Francesco Alviti: in scena l’orchestra sinfonica che porta il nome del giovane musicista scomparso sei anni fa. Il vescovo ha proseguito invitando tutti i ceccanesi ad esprimere quella concordia di intenti che è indispensabile al mondo d’oggi: «Sapeste quanto ce n’è bisogno», ha ripetuto più volte. Insieme al vescovo era presente anche il sindaco di Ceccano, Roberto Caligiore, che ha promesso il suo appoggio per il prosieguo del festival e per un ulteriore miglioramento. «Il Festival Francesco Alviti – ha detto Caligiore – è una magnifica realtà ma possiamo ancora fare di più». Il programma musicale ha visto l’esecuzione della Musica sull’Acqua di Georg Friederich Haendel presentata dall’Orchestra sinfonica Francesco Alviti, diretta da Mauro Gizzi. La serata è stata arricchita da una mostra di antichi manoscritti e dipinti messi a disposizione dall’assessore alla cultura Stefano Gizzi, che ha illustrato i vari elementi tra cui un’antica edizione londinese del Messia di Handel ed alcuni ritratti dell’epoca. Il Festival intanto prosegue domani 3 luglio con la Banda di Ceccano, diretta da Adamo Bartolini: appuntamento alle 21:30 in piazza San Giovanni.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni