Atuttapagina.it

Duemila cittadini per salvare le Terme romane di Frosinone, su Facebook la mobilitazione è virale

Io salvo le Terme Romane di FrosinoneL’idea è tanto semplice quanto efficace: si prende un foglio di carta e con un pennarello si scrive la frase “Io salvo le Terme Romane di Frosinone”, preceduta dal simbolo “#”. Si scatta una foto e la si invia alla pagina che prende il titolo proprio da quell’hashtag. Quando viene pubblicata diventa un potente mezzo per comunicare una cosa importante: i cittadini sono intenzionati a difendere il patrimonio archeologico del capoluogo.
In realtà dietro la pagina “Io Salvo Le Terme Romane Di Frosinone”, visitabile su Facebook all’indirizzo www.facebook.com/iosalvoletermeromanedifrosinone e che in appena dodici giorni di “vita” già conta oltre 2.000 “Mi piace”, c’è molto di più di un fenomeno virale. Ci sono l’impegno, la passione, l’orgoglio di tante persone che non desiderano altro che salvaguardare l’area archeologica di De Matthaeis dal rischio concreto di una nuova cementificazione, che umilierebbe ancora una volta la storia e il patrimonio di Frosinone.
I cittadini e le associazioni, come dimostrato dall’ultimo Consiglio comunale, sono pronti a difendere il territorio: questa volta, questo è il loro obiettivo, non accadrà come cinquanta anni fa, quando i resti dell’anfiteatro romano di viale Roma vennero sepolti sotto un’immensa colata di cemento. (Gabriele Margani)

Io salvo le Terme Romane di Frosinone1

Io salvo le Terme Romane di Frosinone2

Io salvo le Terme Romane di Frosinone3

Io salvo le Terme Romane di Frosinone4

Io salvo le Terme Romane di Frosinone5

Io salvo le Terme Romane di Frosinone6

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni