Atuttapagina.it

Ernica Etnica chiude con successo, a Veroli 8.000 presenze nelle tre serate

Canzoniere Grecanico Salentino“Ernica Etnica, la musica che abbiamo nel cuore”, la rassegna nazionale della migliore tradizione della musica popolare italiana, giunta quest’anno alla XVI edizione, cala il sipario e conclude con un crescente successo di pubblico. Sono state, infatti, migliaia le persone – circa sette-ottomila, ma essendo un evento gratuito è sempre difficile dare precise indicazioni numeriche – che in tre serate hanno ascoltato dell’ottima musica, hanno cantato e ballato pizzica, tarantella e ballarella all’insegna della spensieratezza e di un clima di festa davvero unico. Un vero successo di promozione culturale e turistica del centro storico di Veroli.
«Siamo soddisfatti ed orgogliosi – afferma il sindaco Simone Cretaro – di aver consentito a migliaia di persone di venire a Veroli e trascorrere serate in tranquillità in un clima festoso con musicisti straordinari. Ernica Etnica rimane un fiore all’occhiello dell’estate verolana, un appuntamento culturale sempre in crescita sia nell’offerta degli artisti che nella partecipazione del pubblico. Il nostro obiettivo di far conoscere le bellezze del nostro centro storico con la possibilità di ascoltare musica di qualità è stato pienamente raggiunto. Ringrazio per questo il direttore artistico, Giuseppe Gennaro, per il programma allestito e tutti coloro che con impegno e professionalità hanno contribuito all’organizzazione e realizzazione dell’evento».
E’ stata una tre giorni in crescendo. L’apertura originale con Giuliano Gabriele, emergente musicista del nuovo folk italiano originario di Castelliri, aveva lanciato la volata alle successive entusiasmanti serate. Sabato sera Ambrogio Sparagna & l’Orchestra Popolare Italiana con la partecipazione straordinaria di Peppe Servillo, con lo spettacolo dal titolo “Taranta d’Amore”, avevano, infatti, continuato la grande festa di piazza dedicata al ricco repertorio di serenate e balli della tradizione popolare italiana: gighe, saltarelli, ballarelle, pizziche, tammurriate e soprattutto tarantelle, la danza matrice di tante tradizioni musicali delle nostre regioni. Domenica sera, invece, il Canzoniere Grecanico Salentino, gruppo storico della penisola salentina con i suoi quarant’anni di attività in Italia ed all’estero, ha fatto scatenare le migliaia di persone presenti in pizziche davvero indiavolate attraverso l’esibizione di musicisti e ballerina in costume tipico pugliese che hanno catalizzato l’attenzione di tutti.
«Spettacoli di qualità – conferma il direttore artistico Giuseppe Gennaro – che hanno confermato la bontà delle scelte fatte e, soprattutto, lo straordinario potere di coinvolgimento popolare che artisti di tale spessore riescono a determinare in tali eventi. Ringrazio il Comune di Veroli per la fiducia accordatami ed a breve ci impegneremo insieme, come ormai da sedici anni, per programmare la prossima edizione».
I turisti in queste serate hanno potuto anche degustare prodotti tipici del territorio, abilmente distribuiti dai volontari della Pro Loco di Veroli, e visitare il museo civico nonché effettuare shopping nel mercatino artigianale allestito nelle piazze adiacenti l’evento.
«Un’iniziativa – aggiunge l’assessore alla Cultura e Turismo Cristina Verro – anche questa apprezzata dai numerosi visitatori perché fatta di prodotti di qualità. Ernica Etnica 2015 è, quindi, brillantemente messa in cantiere ed ora ci apprestiamo ad entrare in pieno periodo dei Fasti Verolani, il festival del teatro di strada, come sempre molto atteso e partecipato».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni