Atuttapagina.it

Globo Sora, la regia affidata ancora a Marco Fabroni

Globo Sora Marco FabroniLa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora punta ancora sulle mani e la testa del palleggiatore Marco Fabroni, che per il secondo anno consecutivo vestirà la maglia del club volsco.
L’Argos Volley continua a confermare gli uomini che più si sono contraddistinti nella scorsa stagione per renderli ancora protagonisti degli ambiziosi progetti societari.
Il carattere e l’atteggiamento mentale in campo di Marco Fabroni si sono confermati perfettamente in linea con quello che piace e che chiede il club di patron Giannetti, oltre ovviamente ad avere grandi conferme anche dal pubblico che lo ha apprezzato e applaudito fin dal suo primo palleggio al PalaGlobo “Luca Polsinelli”.
«Ho creduto molto nel progetto di Sora, tanto che lo scorso anno ho voluto firmare un contratto biennale – dice Marco Fabroni -, e sono sicuro che lo stesso sarà portato avanti in questa nuova stagione partendo da una buona squadra che verrà creata per stare sempre al vertice e lottare per l’obiettivo finale».
Appena arrivato a Sora, precisamente un anno fa, Fabroni si descrisse come «un gran rompiballe sotto rete. Ma questo mio modo di essere all’interno del rettangolo di gioco non deve ingannare, perché al di fuori sono tutt’altra persona, esattamente il contrario. In campo metto molta grinta, qualità alla base del mio gioco che di conseguenza scatena in me la voglia di vincere che è sempre tantissima, fuori sono socievole, aperto al confronto e allo scherzo».Globo Sora Giannetti, Fabroni
E ora, dopo averlo conosciuto in campo e fuori, l’Argos Volley può confermare che l’atleta e uomo Marco Fabroni è davvero così, giocatore con un binomio caratteriale che coach Soli ha più volte ribadito di apprezzare e dote della quale è sempre alla ricerca quando sceglie i suoi uomini.
Con quella che inizierà tra qualche mese saranno quindici le stagioni di Marco in Serie A e più precisamente l’undicesima in A2. Nei 1.395 set disputati delle 440 gare di Lega, di cui 116 in A1 e 324 in A2, ha totalizzato 1.105 punti andando a segno pericolosamente dalla zona di battuta 154 volte, a muro 148 e in attacco ben 172 di prima e seconda intenzione. Solo quest’anno con la maglia sorana in 92 set ha realizzato 75 punti, di cui 19 ace, 29 attacchi e 27 muri.
«Come tutto il pubblico e i miei compagni speravo di riuscire a giocarmi la finale, ma poi purtroppo ci siamo fermati a un passo e proprio questo sarà l’obiettivo che mi ripropongo per il prossimo campionato. La scorsa stagione, però, è stata speciale per me, mi ha lasciato veramente tanti bei ricordi di vita sia in campo che fuori. Una delle cose che ricordo con più piacere è il crescere del pubblico che ci ha sostenuto al PalaGlobo “Luca Polsinelli”. Vederlo aumentare di numero e sentirlo più partecipe di gara in gara ci ha colpiti tutti piacevolmente fino ad arrivare a darci quella spinta in più di cui in campo si ha sempre bisogno». (Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

Foto di Claudia Di Lollo

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni