Atuttapagina.it

Sant’Elia Fiumerapido, pubblicato il bando per il servizio di raccolta differenziata

Raccolta differenziataPubblicato il Bando per il Servizio di Raccolta differenziata dei rifiuti domestici e assimilati dal Comune di Sant’Elia Fiumerapido, Settore Ambiente. Il bando è incentrato su due punti cardine: il rispetto del Decreto ministeriale 13 febbraio 2014 “Criteri ambientali minimi per Affidamento del servizio di gestione dei rifiuti urbani del Ministero dell’Ambiente” e la coerenza con il Codice di Comportamento e il Patto di Integrità già deliberati dall’amministrazione comunale.
Il sindaco Fernando Cuozzo ha dichiarato: «Il progetto del servizio si pone come obiettivo principale il raggiungimento e superamento della percentuale del 65% di raccolta già nel primo anno del servizio. Il Progetto del Servizio dà importanza anche alla gestione della raccolta integrativa dei rifiuti in occasione della festa patronale e di altri eventi (sagre, feste, ecc.) che danno origine ad una fluttuazione della popolazione, all’aumento della produzione dei rifiuti ed alla necessità, quindi, di integrare la frequenza del servizio normale».
L’assessore all’Ambiente e vicesindaco Simone Caringi ha aggiunto: «Gli automezzi impiegati, oltre a quelli dati in noleggio dall’amministrazione, dovranno essere ibridi, elettrici o a metano almeno per il 30% del loro numero. L’appaltatore dovrà realizzare un sistema automatico di gestione dei dati relativi al servizio con un sistema che consenta di evidenziare l’andamento temporale (su base mensile), in relazione all’estensione ed al tipo del territorio servito, in particolare delle caratteristiche delle utenze e della raccolta differenziata, dare suggerimenti sulla corretta gestione dei rifiuti, ecc.. Grande rilievo è dato alla campagna di sensibilizzazione di utenze e studenti e alle esperienze di compostaggio domestico anche nelle scuole. Tra i punteggi premianti le offerte vi sono la raccolta separata del vetro chiaro da quello scuro, le distribuzioni aggiuntive di composter per il compostaggio domestico e l’utilizzo di compostiere di comunità. La realizzazione di mercatini dell’usato, eventi per lo scambio e il baratto anche fuori del territorio comunale, il coinvolgimento delle associazioni chiudono il cerchio di un servizio progettato ad hoc per l’utente. Infine l’appaltatore dovrà fornire a tutti i soggetti interessati, anche attraverso il proprio sito/account web, le informazioni relative al servizio».
Caringi continua: «In un momento socio-politico molto delicato a livello nazionale e locale in termini di occupazione, legalità e trasparenza, ci è sembrato fondamentale dare un’impronta forte in tal senso al nostro Bando. Sono, infatti, parte integrante del Bando per la raccolta rifiuti l’elenco del personale già in servizio nella gestione dei rifiuti nel nostro Comune, a cui verrà garantita la continuità occupazionale con il medesimo livello e anzianità contributiva e, nel pieno rispetto della legalità e della trasparenza, fanno parte del Bando il Codice di Comportamento ed il Patto di Integrità. Il Patto di integrità risponde all’esigenza, comune ad entrambe le parti (Ente e partecipanti alla gara), che la stazione appaltante e ogni singolo partecipante uniformino i rispettivi comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e correttezza e non pongano in essere alcun tipo di atto illecito finalizzato direttamente o indirettamente all’assegnazione dell’appalto oggetto della gara».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni