Atuttapagina.it

Una panchina dell’ascensore inclinato, un carrello della spesa e una bici: c’è di tutto lungo il Cosa

E’ forse giunto il momento che il Comune di Frosinone si riappropri della stazione a valle dell’ascensore inclinato, ormai diventata “proprietà” dei vandali. Sotto il ponte sul fiume Cosa, quello che porta alla stazione dell’ascensore, alle spalle di via Aldo Moro, c’è di tutto. La cosa che per prima balza agli occhi è la panchina, un tempo posizionata al lato dell’edificio della stazione, che adesso è stata spostata sotto il ponte, seminascosta tra la vegetazione sulle sponde del Cosa. Sul letto del fiume, poi, ci sono un carrello della spesa, probabilmente rubato al vicino supermercato Conad, e i resti di una bicicletta.
E in tutto ciò la transenna che doveva chiudere il ponte – e, quindi, la via di accesso alla stazione – è stata divelta: così l’edificio, che un tempo era il punto di partenza e di arrivo dell’ascensore, è oggi “meta” di una banda di vandali che entra nella struttura attraverso la porta forzata.
Al danno non bisogna permettere che si aggiunga la beffa: un bene pubblico, anche se purtroppo inutilizzato da più di due anni, va salvaguardato per il rispetto che si deve alla città. La stazione dell’ascensore inclinato, insomma, ha bisogno di una maggiore sorveglianza. (Gabriele Margani)

Ascensore inclinato

Ascensore inclinato1

Ascensore inclinato2

Ascensore inclinato3

Ascensore inclinato4

Ascensore inclinato5

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni