Atuttapagina.it

800 auto sul pianoro di Prato di Campoli, il Comune di Veroli: “Il piano di Ferragosto ha funzionato”

Prato di CampoliUn weekend all’insegna della tranquillità e del rispetto della montagna. Prato di Campoli a Ferragosto ha retto molto bene l’afflusso di autoveicoli e persone dirette sul pianoro per trascorrere in montagna le giornate simbolo del riposo estivo.
Tutto si è svolto nella regolarità. L’ordinanza del Comando di Polizia Locale di Veroli e l’informazione preventiva sugli accessi al pianoro di Prato di Campoli nelle giornate di Ferragosto sono risultate azioni fondamentali per regolare il traffico prevenendo eventuali eccessi. «Ringraziamo tutti coloro che hanno consentito il raggiungimento di tale risultato – hanno affermato il sindaco di Veroli Simone Cretaro e l’assessore all’Ambiente Alessandro Viglianti – e, in particolare, il Comando ed il Corpo della Polizia Locale, il Corpo Forestale, i Carabinieri e la Polizia Provinciale. Sono stati efficienti, inoltre, i volontari della Protezione Civile di Vico nel Lazio, Boville Ernica e Veroli, che hanno gestito le zone del parcheggio, come pure fondamentale è stato il lavoro delle persone in servizio di pubblica utilità con il nostro Ente che, ben coordinati dal personale dipendente, hanno mantenuto decorosamente il pianoro intervenendo sul mantenimento della pulizia».
Sono state circa 800 le auto che alla fine hanno raggiunto Prato di Campoli a Ferragosto e che, grazie all’apertura del prato di Vado la Spina, hanno potuto trovare la sosta sul pianoro. Alcune navette appositamente organizzate hanno, inoltre, consentito a coloro che avevano parcheggiato in zone più distanti di poter raggiungere le aree di destinazione per il pic-nic. Servizi indispensabili come i bagni chimici e l’ambulanza con medico a bordo hanno, infine, reso le giornate ferragostane serene e all’insegna del buon umore. Pochi sono stati, infine, i danni rilevati sul pianoro.
«Siamo consapevoli che per Prato di Campoli dobbiamo continuare a lavorare per rendere ancor più funzionale il pianoro – anticipano ancora il sindaco Cretaro e l’assessore Viglianti -. Il piano silvo-pastorale approvato nello scorso mese di luglio dovrà consentire al nostro Ente, di concerto con la Regione Lazio, di arrivare ad un vero e proprio piano di gestione della montagna con servizi minimi ma fondamentali per poter consentire ad un numero adeguato di persone di raggiungere e sostare a Prato di Campoli nel rispetto dei vincoli paesaggistici. Non è più il tempo di fare sogni chimerici, ma lavoreremo su ciò che sarà possibile realizzare». Proprio in Consiglio comunale l’amministrazione anticipò che avrebbe orientato la progettualità sulla realizzazione di mini aree camper e campeggio con tutti i servizi, nonché sulla valorizzazione del casotto di proprietà comunale quale sede di stazionamento e servizio di ristorazione.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni