Atuttapagina.it

Da Arnaldo Zeppieri a Fabio Di Venanzio, la Gazzetta poco aggiornata sul Frosinone

Gazzetta dello sportE’ pur vero che il Frosinone si affaccia per la prima volta sul palcoscenico della Serie A, ma a La Gazzetta dello Sport dimostrano di non conoscere abbastanza la squadra e l’organigramma societario giallazzurri. A scanso di equivoci e affinché nessuno si offenda, la Rosa è un giornale nel quale lavorano giornalisti seri e scrupolosi, la cui professionalità non è in discussione. In questo caso, però, la Gazzetta ha preso un abbaglio che strappa qualche sorriso.
Nell’edizione online del quotidiano sportivo più venduto in Italia, nella sezione “Calcio”, c’è un menu con tutte le venti società di Serie A. Cliccando sul logo del Frosinone (www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/Frosinone) appaiono le informazioni relative al club di via Marittima. Informazioni, però, in gran parte errate.
Alla voce “Società” ci sono delle sviste grossolane. Come presidente onorario c’è Benito Stirpe, che purtroppo non è più tra noi dal 2008. Come vicepresidente viene indicato Arnaldo Zeppieri, defilatosi da diverse stagioni. E poi c’è Gianluca De Angelis, che ha lasciato la panchina di allenatore della Primavera da quattro anni. E altri errori sono presenti anche nel resto dello staff.
Ma forse ancora più clamorose sono le inesattezze all’interno della Rosa del Frosinone. A parte Santana, Pamic e Fraiz, che hanno lasciato la Ciociaria al termine dell’ultima stagione, ci sono addirittura Marco Ogliari e Fabio Di Venanzio, il primo nella squadra che ottenne la prima promozione in Serie B nel 2006 e il secondo presente nella rosa della stagione successiva, quella della prima stagione nel torneo cadetto.
La Gazzetta dello Sport, anche i migliori sbagliano. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni