Atuttapagina.it

Dodici mesi per una mammografia, otto per l’ecocardiogramma: le lunghe attese nella sanità locale

Asl Frosinone«Sono rimasta sconcertata, allo sportello del Cup dove mi sono recata per prenotare delle visite di controllo: sono stata invasa dalla rabbia e dalla protesta. Infatti una mammografia bilaterale la potrò fare a Ferentino soltanto il 10 agosto 2016, perché mi hanno detto che Alatri è chiuso. L’altro esame (ecocardiogramma) mi è stato prenotato in data 6 aprile 2016. Alla faccia della prevenzione e dell’efficienza». E’ la denuncia che fa Simona Grossi del Coordinamento provinciale della Sanità sulla sua esperienza.
«Ma i nostri sindaci, i nostri parlamentari, il presidente della Provincia, i nostri consiglieri regionali e provinciali e i loro rispettivi familiari, parenti stretti ed affini seguono gli stessi tempi di attesa quando hanno bisogno di cure? Oppure con una semplice telefonata risolvono il problema? E quando hanno bisogno di interventi chirurgici, come spesso si è verificato e continuamente si verifica, perché si rivolgono alle strutture private eccellenti e non seguono l’iter dei comuni cittadini inserendosi nelle liste di attesa delle strutture sanitarie pubbliche?».
«Lo sanno – conclude Simona Grossi – che questo comportamento danneggia fortemente la sanità pubblica, perché è un segno evidente di sfiducia e una grande mortificazione per gli operatori sanitari tutti?».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni