Atuttapagina.it

Festival dei Conservatori, 40 mila presenze nelle sedici serate: vincono gli studenti di Avellino

Festival dei Conservatori1Un evento di levatura nazionale, che ha portato il capoluogo e l’intera provincia alla ribalta per cultura e musica di altissimo livello: questa è stata la terza edizione del Festival nazionale dei Conservatori italiani – Città di Frosinone, che, terminata nella serata di domenica, ha reso il panoramico piazzale Vittorio Veneto, per l’intero mese di luglio, teatro della musica di altissimo livello. Organizzata dall’amministrazione Ottaviani con la collaborazione del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone, l’iniziativa ha visto la partecipazione, durante le sedici serate della kermesse, di oltre 40.000 presenze da tutta Italia, con l’esibizione di trenta gruppi di studenti e professionisti rinomati in ambito internazionale, provenienti dalle migliori scuole di alta formazione musicale di tutta Italia. Un successo annunciato, considerata la brillante performance delle due precedenti edizioni, che continuano a vedere protagoniste le giovani leve della musica italiana: ragazzi che, con dedizione, impegno e spirito di sacrificio, hanno raggiunto livelli di preparazione altissimi grazie ai quali hanno potuto confrontarsi con una giuria formata da professionisti esperti, oltre che da gente comune. Il Festival, che ha avuto come madrina d’eccezione l’attrice Eleonora Giorgi, ha visto, nelle diverse serate in programma, anche la premiazione delle eccellenze locali: persone che, provenienti da questo territorio, sono riuscite, con il proprio lavoro e forti di una grande passione e di tanta determinazione, a raggiungere risultati notevoli nei diversi settori di attività, diventando punti di riferimento in ambito nazionale ed internazionale, tanto da essere, ora, un vero e proprio vanto per tutta la Ciociaria. Fiore all’occhiello dell’estate frusinate, il Festival dei Conservatori continua a rappresentare un biglietto da visita sempre più prestigioso per il capoluogo e per tutta la provincia, tanto che quest’anno è stato inserito, a livello nazionale, tra le “tappe” da proporre ai visitatori dell’Expo di Milano. Un evento che, in un  periodo caratterizzato dalla scarsa possibilità di effettuare ingenti investimenti pubblici, riesce, pur con un budget limitato, ad aumentare la competitività della provincia di Frosinone, puntando sui settori culturale e di intrattenimento, con un riverbero positivo sulle aziende del territorio e su tutta l’economia locale. Da Vicenza a Messina, sono state esibizioni brillanti quelle che hanno caratterizzato i gruppi partecipanti. Il responso finale della giuria, però, è stato chiaro ed inequivocabile: a vincere questa terza edizione sono stati i “Soul Direction” provenienti dal “Domenico Cimarosa” di Avellino, che hanno allietato i presenti con brani soul. Al complesso il sindaco del capoluogo, Nicola Ottaviani, ha conferito una borsa di studio di 5.000 euro, per continuare sulla strada della specializzazione e della valorizzazione delle performance. Secondi classificati sono stati i “Red Shoes Small Band” del Conservatorio “Alfredo Casella” de L’Aquila: il gruppo, che si è cimentato nel genere swing, è stato premiato dal direttore del “Licinio Refice” Raffaele Ramunto ed ha ottenuto 3.000 euro. I “Pippi Di Monte 5tet”, provenienti dal “Giovan Battista Martini” di Bologna e dall'”Antonio Buzzolla” di Adria, si sono invece classificati terzi e sono stati premiati con la cifra di 2.000 euro dall’assessore alla Cultura Gianpiero Fabrizi. (Ufficio Stampa Comune di Frosinone)

Festival dei Conservatori

Festival dei Conservatori2

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni