Atuttapagina.it

La Ciociaria che eccelle, tournée dell’Orchestra di Ferentino nei luoghi della Grande Guerra

Ferentino Orchestra di fiati“1915-2015 Cent’anni di Memoria”. Sei concerti per ricordare lo scoppio della Grande Guerra, un programma di grande spessore musicale e una formazione che ormai da anni può essere annoverata tra le più importanti d’Italia. Iniziata a Frosinone presso il Teatro Nestor nel mese di maggio, la tournée dell’Orchestra di Fiati “Città di Ferentino” diretta dal M° Alessandro Celardi è poi proseguita in giugno con gli appuntamenti di Corciano (Perugia) e Ceccano (Festival “Francesco Alviti”), per poi spostarsi nei luoghi veri della Grande Guerra e nello specifico sul fronte austriaco in Trentino. Tesero in Val di Fiemme, la storica Campana dei Caduti di Rovereto e Mirandola in Emilia Romagna.
Un progetto complesso, sostenuto da enti, associazioni e privati, che ha certamente consentito di portare al pubblico un messaggio importante e di alto livello culturale. Il programma musicale presentato prevedeva la riscoperta di un’importantissima pagina del sinfonismo italiano ovvero “Pagine di Guerra” (Cinque film musicali) del compositore Alfredo Casella, per troppo tempo dimenticata, che è riuscita a portare l’ascoltatore in una dimensione surreale e appunto nei luoghi della Guerra. A rafforzare l’importanza del concerto, il brano 5 Agosto 1916, commissionato dall’Orchestra per l’occasione al giovane compositore Luca Pelosi, per soprano e orchestra di fiati, interpretato da Eleonora Caliciotti. A chiudere il programma la Sinfonia n.3 “Tragica” del compositore statunitense James Barnes, pagina di grande complessità che è riuscita a raccogliere unanimi consensi da parte del pubblico presente ad ogni concerto.Ferentino Orchestra di fiati1
«A cent’anni da quella importante pagina della storia italiana, in cui si compì il processo di unificazione nazionale, l’Orchestra di Fiati Città di Ferentino ha voluto omaggiare la ricorrenza con una serie di esibizioni concertistiche proprio nei luoghi del conflitto mondiale, tra i quali spicca appunto Rovereto, dove si trova la Campana dei Caduti, costruita con il bronzo dei cannoni delle 19 nazioni che presero parte alla Grande Guerra – ha affermato Antonio Pompeo, presidente della Provincia di Frosinone e sindaco di Ferentino -. Un’iniziativa che rientra in una più ampia progettualità dal titolo “1915-2015 Cento anni di Memoria”, promossa dal nostro sodalizio musicale e che abbiamo già potuto apprezzare a Frosinone e che certifica le qualità e la bravura della formazione bandistica e del maestro Alessandro Celardi».
«L’Orchestra di Fiati “Città di Ferentino” – ha aggiunto il maestro Alessandro Celardi – è ormai una realtà di grande spessore musicale con la quale diventa d’obbligo affrontare progetti musicalmente ambiziosi. La nostra progettualità, per l’anno 2015, è stata quasi totalmente destinata al ricordo della Grande Guerra attraverso pagine di alto contenuto musicale. La risposta del pubblico in ogni nostro concerto ha evidenziato il valore del gruppo e l’intensità delle esecuzioni. E’ un vanto che la città di Ferentino e l’intera provincia di Frosinone sia rappresentata, tra le altre, anche dalla nostra realtà che ormai è a tutti gli effetti un laboratorio stabile in cui si affronta uno studio serio e approfondito del repertorio per proporre poi un prodotto di qualità. Un ringraziamento speciale va a tutti gli orchestrali, quasi settanta, che ormai credono e sostengono questo progetto, alle istituzioni che ci hanno supportato, in primis al nostro Comune di appartenenza Ferentino e successivamente all’amministrazione provinciale di Frosinone, passando poi per tutte le associazioni che ci hanno ospitato e sostenuto nel tragitto».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni