Atuttapagina.it

Riperimetrazione del Sin Bacino Valle del Sacco, le associazioni di Ferentino incontrano il Comune

Valle del SaccoSi è tenuto presso il Comune di Ferentino l’incontro tra alcune associazioni e lo stesso Comune con all’ordine del giorno l’analisi di criticità relative alla bozza di ri-perimetrazione del SIN Bacino Valle del Sacco, programmato la settimana scorsa su sollecitazione delle associazioni. Hanno partecipato all’incontro Civis, Codici ed i Comitati di zona che si sono confrontati con il responsabile dell’Ufficio Ambiente competente della materia alla presenza dall’assessore e consigliere delegato all’Ambiente.
Nella conferenza dei servizi presso il Ministero dell’Ambiente del 10 luglio è stata presentata la bozza di perimetrazione del SIN disponibile al link www.bonifiche.minambiente.it.
In questa bozza risulta incluso nel SIN l’agglomerato urbano della Stazione di Ferentino come conseguenza del criterio adottato di perimetrare tutte le aree Asi che in quella zona sono discontinue e circondano il centro abitato. Tale inclusione può avere diversi effetti negativi per l’evoluzione e lo sviluppo del centro abitato, in quanto venendosi a trovare in area oggetto di bonifica deve sottostare alle prescrizioni e controllo del Ministero dell’Ambiente con conseguente allungamento di ogni iter autorizzativo. Sotto l’aspetto sanitario, trattandosi di aree per definizione contaminate o a rischio di contaminazione, potrebbero essere imposti dal Ministero limiti a coltivazioni Food come semplice misura cautelativa.
L’incontro è stato soprattutto di natura tecnica grazie al contributo degli associati a Civis e dell’Ufficio tecnico che si sono confrontati nel merito in modo pacato e costruttivo per individuare un criterio oggettivo, integrativo e non in contrapposizione al criterio generale di perimetrazione ormai consolidato, che permetta di sostenere in sede della prossima conferenza di servizi, prevista per il 10 settembre, l’esclusione del centro abitato della Stazione. All’esito dell’incontro sono state definite le linee generali del documento che il Comune sosterrà in conferenza dei servizi per escludere il centro abitato dal SIN e reiterare la richiesta di inclusione dell’opificio Cartiera di Ferentino, al momento non ancora accettata dal Ministero, questa volta basata su nuovi criteri dedotti dalla bozza di perimetrazione stessa. Le associazioni hanno sottolineato l’opportunità che il documento sia presentato e sostenuto in conferenza dei servizi da un profilo tecnico con padronanza della materia considerata la natura specialistica dei contenuti.
Al termine i convenuti, soddisfatti per i concreti risultati ottenuti e coscienti che l’istituzione di un tavolo tecnico di consultazione possa fornire concreto beneficio alla comunità e all’attività degli uffici su molte questioni ambientali aperte, si sono riconvocati per il 25 agosto per un ulteriore approfondimento della questione SIN e, inoltre, per definire un calendario di consultazioni tra associazioni e amministrazione in materia ambientale da sottoporre al sindaco per una formalizzazione e regolamentazione degli incontri.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni