Atuttapagina.it

Tanta Atalanta, poco Frosinone: giallazzurri ko per 2-0

GoriUn Frosinone insufficiente in ogni reparto del campo rimedia la seconda sconfitta in campionato, la prima in Serie A nelle partite in trasferta. L’Atalanta vince per 2-0 e il risultato poteva essere anche più pesante per i giallazzurri se un super Leali non avesse salvato il salvabile. Un netto passo indietro rispetto al buon primo tempo dell’esordio di domenica scorsa: il Frosinone deve assolutamente fare meglio per cercare di iniziare a conquistare i primi punti in classifica.
Nel rinnovato stadio Atleti Azzurri d’Italia Stellone presenta la formazione annunciata alla vigilia. Blanchard è l’unica novità rispetto alla squadra dell’esordio contro il Torino, Daniel Ciofani è in panchina ma con una settimana in più di allenamenti nelle gambe. Se sette giorni fa l’inizio della partita era stato da incorniciare, questa volta l’avvio è negativo. Al 9′ Blanchard sgambetta nell’area giallazzurra Pinilla e Celi indica il dischetto: dagli undici metri va lo stesso attaccante cileno il cui tiro viene respinto da un prodigioso Leali. Dopo una manciata di secondi il Frosinone si rende pericoloso grazie a… Dramé. L’esterno nerazzurro effettua un retropassaggio fuori misura che mette in difficoltà Sportiello. A questo punto l’Atalanta avanza il baricentro e in pochi minuti mette per tre volte in difficoltà il Frosinone. Prima ci prova Kurtic su punizione che trova Leali prontissimo, poi un tiro-cross di Dramé sventato ancora dal portiere giallazzurro e, infine, il gol del vantaggio con Stendardo al 21′ dopo un traversone dalla sinistra: in quest’ultima occasione l’ottimo Leali non può fare nulla. E’ 1-0 per l’Atalanta, un vantaggio meritato per quello che si è visto nella prima parte del primo tempo. Stellone corre ai ripari per cercare di arginare i nerazzurri e passa al 4-3-3 avanzando Soddimo sulla linea di Longo e Dionisi. Il brutto primo tempo del Frosinone è confermato dal dato statistico che alla fine della prima frazione fornisce Sky: il possesso palla è nettamente a favore della squadra di Reja (69% contro il 31% del Frosinone). Si va così al riposo con la formazione di Stellone sotto per 1-0.
La ripresa inizia con l’ingresso di Daniel Ciofani al posto di Longo. A 30 anni il bomber di Avezzano esordisce in Serie A; per Longo, invece, la sostituzione nell’intervallo ha quasi il sapore della bocciatura dopo un primo tempo insufficiente. Dopo cinque minuti Moralez salta in dribbling Crivello e Blanchard e va al tiro: è ancora Leali a salvare il Frosinone deviando in corner. Nei tre minuti successivi il Frosinone finalmente si affaccia nell’area nerazzurra. Prima ci prova Dionisi con un destro in diagonale spedito in calcio d’angolo da Sportiello, poi Blanchard sugli sviluppi del corner successivo alza troppo il pallone mancando la deviazione vincente. Al quarto d’ora Atalanta vicinissima al raddoppio con Moralez che a tu per tu con Leali si fa ipnotizzare dallo straordinario portiere del Frosinone: decisivo anche il salvataggio con il corpo di Rosi sul tentativo di tap-in di Pinilla. E al 25′ arriva effettivamente il 2-0 dell’Atalanta: Gucher scivola, Diakité si volta dando le spalle all’avversario e Gomez trova la rete dalla distanza con un tiro imparabile. Al 31′ si rivede il Frosinone con il nuovo entrato Tonev, all’esordio in giallazzurro: la conclusione dell’esterno bulgaro sfiora il palo. Al 35′ Leali si laurea definitivamente miglior giocatore del Frosinone salvando ancora una volta il risultato sul tiro quasi a botta sicura di Pinilla. Tre minuti più tardi ancora il portiere giallazzurro si oppone al solito Pinilla. E al 39′ c’è pure il palo di Dramé. E’ un autentico monologo nerazzurro: il Frosinone all’Atleti Azzurri d’Italia risulta non pervenuto.
Finisce così, con l’Atalanta vittoriosa per 2-0. Il Frosinone resta fermo a zero punti in classifica come Bologna, Juventus, Empoli e Carpi. Un solo tiro nello specchio della porta contro i tanti subiti devono far riflettere e far correre immediatamente ai ripari, magari cercando di inserire il più presto possibile gli ultimi arrivati. Dopo la pausa del campionato al Matusa arriva la lanciatissima Roma.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni