Atuttapagina.it

Una lunga fila al Frosinone Point, la vendita degli abbonamenti parte tra nervosismo e proteste

TifosiUna lunga fila formata da tantissimi tifosi, giunti al Fornaci Village per confermare il posto allo stadio Matusa. Il primo giorno della vendita degli abbonamenti si è trasformato in una ressa che ha quasi messo l’uno contro l’altro i sostenitori del Frosinone.
La partenza in ritardo (ma le colpe non sono della società) della campagna abbonamenti ha finito – e finirà – per creare enormi disagi a tutti coloro che nel prossimo campionato vorranno comprare un posto allo stadio. L’incertezza sull’agibilità del Matusa ha fatto partire la campagna solo oggi, con appena una settimana dedicata alla prima fase per la prelazione dei vecchi abbonati.
Tantissimi sono quelli che si sono recati nel nuovo Frosinone Point al Fornaci Village: gli stessi tifosi si sono organizzati autoconsegnandosi dei numeri in modo da rispettare l’ordine di arrivo. La fila, però, era troppo lunga per i quattro terminali a disposizione della segreteria della società. Qualcuno ha protestato, altri hanno a malincuore rinunciato e rinviato l’acquisto dell’abbonamento ai prossimi giorni. Di questo passo, però, i 3.060 vecchi abbonati non faranno in tempo a confermare la propria tessera entro domenica, quando terminerà la prima fase della campagna.
Servono assolutamente nuove postazioni per sbrigare più velocemente le richieste dei tifosi. (Gabriele Margani)

Foto di Marco Germani

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni