Atuttapagina.it

DIOnisi porta il Frosinone in paradiso, prima vittoria nella storia in Serie A

Prima vittoria in Serie A nella storia giallazzurra, primi gol nel massimo campionato per Dionisi e, soprattutto, scalata in classifica fino al quart’ultimo posto, che oggi vorrebbe dire salvezza. Per il Frosinone quella di oggi è stata una serata memorabile: il 2-0 sull’Empoli riveste un’importanza enorme sotto tutti i punti di vista.
Stellone presenta una formazione rivoluzionata rispetto a quella vista allo Juventus Stadium: in difesa è, però, confermato il protagonista di mercoledì sera, Blanchard; Giampaolo si affida agli spunti di Saponara e alla pericolosità di Maccarone. La prima parte del match offre contenuti agonistici molto interessanti, però nessuna delle due squadre riesce ad impensierire il portiere avversario: l’impressione è che in campo regni la paura di scoprirsi troppo. La prima azione dell’incontro arriva al 24′ ed è confezionata dall’Empoli: Maccarone serve Saponara, che entrato nell’area giallazzurra si vede respingere il tiro da Leali, reattivo in uscita bassa. Al 32′ il pallone arriva a Pucciarelli, che si libera al tiro all’interno dell’area piccola del Frosinone: sulla conclusione è decisiva la respinta con il corpo di Blanchard che salva un gol già fatto. In questa fase del match il Frosinone sembra non riuscire a mettere la testa fuori dalla propria metà campo e la difesa, in particolare, appare un po’ troppo deconcentrata. Al 37′, però, la squadra di Stellone si rende improvvisamente pericolosa: Soddimo mette in mezzo un cross per Daniel Ciofani, il cui colpo di testa termina a lato. Questa palla gol sembra aver svegliato il Frosinone, che al 40′ costruisce un’azione fotocopia rispetto alla precedente: questa volta il delizioso cross dalla destra è di Tonev e il colpo di testa è di Blanchard, con il pallone che termina di un soffio fuori. E’, questa, l’ultima azione del primo tempo: al riposo si va senza recupero. Dopo trentacinque minuti sotto tono, il Frosinone si è improvvisamente scosso negli ultimi dieci, arrivando a sfiorare la rete del vantaggio sul gioco aereo.
La ripresa inizia senza cambi da parte dei due allenatori. Il Frosinone fa girare molto bene la palla a centrocampo, aspettando il momento giusto per colpire la difesa azzurra. E al 13′ l’occasione per far male arriva: Daniel Ciofani ha la possibilità di calciare a rete, Skorupski però respinge e sul pallone è pronto a volare Dionisi che sblocca il risultato. 1-0 e Matusa in delirio per la prima rete in Serie A del numero 18 giallazzurro. Stellone cerca immediatamente di dare più corsa alla squadra, prevedendo una possibile reazione dell’Empoli, e allora fuori Tonev e dentro Paganini. Giampaolo risponde inserendo Paredes al posto di Croce e Livaja per Pucciarelli. Al 26′ un inaspettato regalo della difesa empolese consegna su un piatto d’argento il raddoppio al Frosinone: la retroguardia azzurra perde il pallone a favore di Dionisi, che si invola verso la porta di Skorupski e realizza il gol del 2-0 e la doppietta personale. Stellone legge attentamente la partita e aggiunge sostanza in mezzo al campo facendo entrare Chibsah al posto di Soddimo. Nell’Empoli l’avvicendamento è, invece, tra Laurini e Bittante. Al 32′ piove sul bagnato sulla sponda azzurra: Saponara protesta a lungo e il direttore di gara Guida lo espelle con un rosso diretto. Al 35′ Mario Rui da calcio di punizione prova a riaprire il match: Leali respinge in corner. Ultimo cambio per il Frosinone: Gori lascia il posto a Frara. Al 41′ altro calcio piazzato per l’Empoli: questa volta è Paredes a calciare, ma Leali salva ancora una volta in corner. Al 93′ il Frosinone resiste all’ultimo assalto dell’Empoli, una conclusione dalla distanza di Paredes deviata dal sempre attento Leali. Finisce qui, con il successo per 2-0 del Frosinone sull’Empoli. Per i leoni ciociari è la prima storica vittoria in Serie A e ad oggi sarebbero salvi, visto che in classifica ci sono tre squadre alle spalle dei giallazzurri. In Curva Nord, invece, si festeggia con il coro “Lotito stiamo arrivando”: domenica c’è Lazio – Frosinone.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni