Atuttapagina.it

Corruzione negli uffici pubblici, a Frosinone aumento dei reati del 103%

Reati contro la Pubblica Amministrazione in continua crescita nel Lazio. Tra il 2009 e il 2014 i principali reati contro la Pubblica Amministrazione – commessi da Pubblici Ufficiali – aumentano costantemente nel Lazio, con una crescita complessiva del 54,6% nell’intero periodo (+34,5% in Italia), passando da 262 a 405. Soltanto nell’ultimo anno nel Lazio l’aumento dei reati è stato pari al 15,1% (sono state 352 le denunce nel 2013). E’ quanto emerge dal Rapporto su “Profili e dinamiche della corruzione a Roma e nel Lazio”, realizzato dall’Eures – Ricerche Economiche e Sociali su dati del Ministero dell’Interno. L’aumento complessivo dei reati contro la PA trova conferma anche in termini relativi, passando nel Lazio l’indice per 100.000 abitanti da 4,8 nel 2009 a 6,9 nel 2014 (da 4,8 a 6,3 in Italia). Tale crescita è dovuta al forte incremento rilevato nella provincia di Roma (265 reati nel 2014, in aumento dell’84%, rispetto ai 144 del 2009 e del 20,5% rispetto ai 220 del 2013), mentre risulta più costante la presenza del fenomeno nell’insieme delle altre province (con 130 reati denunciati nel 2014, 132 nel 2013 e 119 nel 2009); più in dettaglio, tuttavia, mentre Frosinone e Viterbo presentano un incremento dei reati (+103,8% la prima, passando da 26 a 53 tra il 2009 e il 2014, e +15,8% Viterbo, da 19 a 22), i valori risultano in leggera flessione a Rieti (-36,4%, da 22 a 14) e Latina (-21,2%, da 52 a 41).

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni