Atuttapagina.it

Frosinone, assegnate 300 borse di studio e premiati 500 studenti per il progetto Solidiamo

Ieri mattina, alla Villa Comunale di Frosinone, sono state assegnate dal sindaco Nicola Ottaviani le borse di studio del progetto Solidiamo, circa 300, ed i premi per 500 studenti tra quelli con le valutazioni più alte, tra i ragazzi che frequentano le scuole del capoluogo e che sono residenti nella città di Frosinone.
L’iniziativa è nata nel 2013 con la delibera “Solidiamo”, che prevede la decurtazione del 50% delle indennità delle cariche politiche (sindaco, assessori e consiglieri comunali) da investire in progetti per i giovani e gli anziani della città. Per il 2015 sono state circa 300 le borse di studio finanziate da Solidiamo, delle quali un centinaio attribuite agli studenti delle scuole medie inferiori dei quattro istituti comprensivi, mentre le restanti destinate ai ragazzi dell’IIS Turriziani, del Liceo Scientifico, degli IIS Volta, Brunelleschi-Da Vinci, Angeloni, Bragaglia. I criteri per l’attribuzione dei premi, riservati esclusivamente agli studenti residenti nel Comune di Frosinone, in quanto finanziate dai contribuenti del capoluogo con le indennità degli amministratori pubblici, hanno riguardato prioritariamente il merito scolastico e, in secondo luogo, la situazione reddituale delle famiglie, espressa con l’autocertificazione. Diverse le modalità di premiazione previste: per gli alunni delle medie inferiori l’importo delle borse di studio è pari a 200 euro, mentre per gli studenti fino al quarto anno delle scuole superiori il premio è di 300 euro, che sale a 500 euro per i ragazzi del quinto anno. Infine, sono stati attribuiti anche 500 abbonamenti al Cinema Teatro Comunale Nestor, per un totale di circa 800 premiati. «Obiettivo di questa amministrazione comunale è stato, sin dall’istituzione del fondo Solidiamo per i giovani, quello di premiare il merito degli studenti e di dare un sostegno concreto alle famiglie, anche tenuto conto delle condizioni reddituali, senza però gravare sulle casse comunali – ha commentato il sindaco Nicola Ottaviani -. L’iniziativa, unica nel suo genere in Italia, tanto da essere salita più volte alla ribalta delle cronache nazionali, costituisce un piccolo ma significativo ammortizzatore sociale, oltre che un motivo di orgoglio per i ragazzi vincitori, per le famiglie e per gli insegnanti».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni