Atuttapagina.it

Frosinone caparbio ma inconcludente, l’Udinese vince 1-0

Il Frosinone esce battuto dall’Udinese allo stadio Friuli. Non è stata la migliore partita della stagione per quanto riguarda i leoni ciociari, che pure hanno costruito un discreto numero di palle gol nella ripresa. Troppi errori, però, in fase conclusiva e alla fine i bianconeri hanno portato a casa la vittoria per 1-0. Contro il Carpi nel turno infrasettimanale serve un’immediata reazione da parte dei giallazzurri.
Stellone rivoluziona il Frosinone rispetto alla partita con la Sampdoria, mandando in campo Leali tra i pali, Matteo Ciofani, Russo, Diakité e Crivello in difesa, Tonev, Gori, Sammarco e Frara a centrocampo e Castillo e Carlini in attacco. Gara povera di emozioni nel primo quarto d’ora, con l’Udinese che cerca di tenere in mano la partita. Il Frosinone appare ben disposto in campo. Al 20′, però, i bianconeri sbloccano il risultato. Lodi si incarica della battuta di una punizione dalla destra: il pallone calciato dall’ex giallazzurro non viene deviato da nessuno e forse per questo motivo inganna Leali, che non riesce a respingere la sfera. 1-0 e Frosinone in svantaggio. Dopo il gol non c’è la reazione immediata dei giallazzurri: è ancora l’Udinese a mantenere il possesso palla, mentre la squadra di Stellone sembra “leggera” in fase offensiva. La formazione di Colantuono appare pericolosa soprattutto sui calci piazzati, con una serie di corner battuti consecutivamente. Al 43′ finalmente si vede il Frosinone: è Matteo Ciofani ad alleggerire la pressione con un violento destro da venticinque metri che sfiora di non molto il palo alla destra di Karnezis. E’ l’ultima azione del primo tempo, che vede il Frosinone fare un passo indietro rispetto alle ultime prove. I primi quarantacinque minuti, comunque, non sono stati entusiasmanti neppure per quanto riguarda l’Udinese, in vantaggio per un’errata valutazione di Leali.
La ripresa inizia senza cambi da parte dei due allenatori. Dopo cinque minuti ci prova Sammarco dall’interno dell’area bianconera, ma il tiro deviato da un difensore dell’Udinese non inganna Karnezis. Passano sessanta secondi e i padroni di casa rispondono con un pallonetto di Di Natale, sul quale è bravo Leali a disimpegnarsi. Al 12′ nuovo tentativo del capitano friulano, questa volta da calcio di punizione: la conclusione termina alta. In questa fase del match il Frosinone prova a salire, mentre l’Udinese cerca gli spazi da sfruttare in contropiede. Via alle sostituzioni. Stellone cerca di aumentare il tasso tecnico offensivo inserendo Soddimo al posto di Gori. Colantuono risponde mandando in campo Marquinho al posto di Bruno Fernandes. Al 24′ ghiottissima palla gol per Castillo, che batte sul tempo Danilo ma calcia malamente verso la porta di Karnezis: il tiro si spegne sul fondo. Secondo cambio per l’Udinese, con Widmer che rileva Ali Adnan. Al 27′ è ancora Di Natale a rendersi pericoloso infilandosi nella difesa giallazzurra e calciando violentemente da pochi metri verso la porta avversaria: bravo Leali ad opporsi. Terzo e ultimo cambio per la squadra bianconera: Aguirre sostituisce il giocatore più pericoloso dell’Udinese, Totò Di Natale. Stellone risponde richiamando Tonev e inserendo Dionisi. Siamo negli ultimi dieci minuti e il Frosinone si riversa in attacco. Al 37′ Dionisi lascia partire un tiro a giro di destro che per poco non si infila sotto la traversa: Karnezis devia in angolo. Stellone manda in campo un altro attaccante, Daniel Ciofani, per un centrocampista, Frara. Sono gli ultimi tre minuti e i giallazzurri tentano il tutto per tutto, lasciando però ampi spazi alle ripartenze dell’Udinese. E su una di queste Aguirre divora il gol del 2-0 con la porta completamente spalancata. L’arbitro Rizzoli concede quattro minuti di recupero. Al Friuli si sentono i cori dei ciociari del nord, quelli che hanno potuto assistere alla partita perché non residenti nel Lazio. Nei minuti finali, però, anziché il Frosinone è l’Udinese a rendersi più pericolosa. Leali compie tre miracoli in sequenza sulle conclusioni di Thereau, Lodi e Badu. Finisce così, con l’Udinese che batte il Frosinone per 1-0. La squadra di Stellone non ha del tutto demeritato, però le occasioni vanno concretizzate. L’impressione, ma forse è una certezza, è che in attacco dietro ai titolari ci sia il vuoto. Mercoledì sera al Matusa ci sarà l’occasione per il riscatto contro il Carpi. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni