Atuttapagina.it

Frosinone e Latina accorpate alla Campania? Il consigliere Bianchi: “Bloccheremo questa follia”

«La risposta alla proposta Morassut-Ranucci è no. Ora e per sempre. Poi, se vogliono fare manovre a dispetto delle popolazioni dei nostri territori, non risparmieremo nessuna energia per bloccare questa follia. Che sia chiaro fin da ora». Così Daniela Bianchi, consigliera regionale, commenta l’approvazione da parte del governo di un Ordine del giorno al Senato in merito al taglio delle Regioni da venti a dodici, proposto dal senatore Raffaele Ranucci sulla scorta del disegno di legge presentato nel dicembre scorso insieme al senatore Roberto Morassut.
«La proposta dei senatori Morassut e Ranucci, che prevede lo smembramento del Lazio, è irricevibile – prosegue Daniela Bianchi -. Accorpare da un giorno all’altro territori come la provincia di Frosinone e Latina alla Campania è un’iniziativa priva di senso, approssimativa e a tratti potenzialmente dannosa. A dicembre scorso, quando venne presentato il disegno di legge, lo definii una proposta “tafazzista”. Oggi il mio giudizio resta tale. L’accorpamento di Frosinone e Latina alla Campania non prende minimamente in considerazione le politiche di sviluppo avviate in questi anni in Regione».
«La proposta Morassut-Ranucci non tiene assolutamente conto della storia, delle tradizioni e della cultura locale che verrebbero fortemente danneggiate. Una riforma del regionalismo, infatti, dovrebbe partire dal rispetto e dalla considerazione della volontà popolare ed essere accompagnata da chiare politiche di sviluppo. Non certo da esercizi di stile senza alcun fondamento su una cartina geografica dell’Italia», conclude il consigliere Bianchi.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni