Atuttapagina.it

Il Liceo di Ceccano impegnato a Rimini per la Cultura d’impresa e a Roma per il Global Junior Challenge

Doppio impegno per il Liceo di Ceccano e grande soddisfazione per le squadre impegnate in due manifestazioni nazionali, giunte alla loro fase finale: a Rimini sfiorato il primo posto nella Cultura d’impresa, a Roma per la finale del Global Junior Challenge in Campidoglio.
Nella città romagnola la squadra del Liceo impegnata nella competizione nazionale della cultura d’impresa ha sfiorato di un soffio il successo assoluto, ricevendo i complimenti della giuria e dell’organizzazione. A Roma durante l’esposizione delle idee dei progetti finalisti nel Global Junior Challenge anche il Tg2 si è interessato alla modalità di utilizzo degli smartphone nel Liceo e all’integrazione delle tecnologie nella didattica tradizionale. Sono stati tantissimi i visitatori nello stand che presentava il normale funzionamento di una mattinata di scuola al Liceo di Ceccano, suscitando tanta curiosità: ragazzi delle scuole superiori e bambini delle elementari hanno potuto sperimentare come sia semplice e vincente l’idea di integrare nella normale prassi didattica uno strumento che tutti utilizziamo quotidianamente e a cui affidiamo messaggi, ricerche, orientamento, affetti finanche. Ogni ragazzo ha in tasca uno strumento che usa al 10% delle possibilità e la scuola ha il compito di insegnare il corretto ed intelligente utilizzo delle tecnologie di cui disponiamo. Il Liceo adotta la metodologia BYOD (Bring Your Own Device, porta il tuo dispositivo) da tre anni con un progressivo affinamento delle tecniche didattiche e della collaborazione tra ragazzi e docenti. Al Liceo si utilizzano diverse piattaforme didattiche che si integrano tra loro: il registro elettronico, potenziato dal badge personale e dai diari 2.0 che consentono di avere presenze e giustificazioni direttamente sul registro senza l’intervento del docente se non nel controllo; poi le Google apps for education con tutti gli strumenti di condivisione e presentazione di cui ogni ragazzo dispone sul proprio account personale, con spazio illimitato; quindi l’app classroom per la messaggistica e l’assegnazione e lo svolgimento dei compiti, cui si affiancano anche Moodle ed Edmodo, a seconda delle scelte degli insegnanti. Tutto questo è consentito dalla rete Eduroam del consorzio Garr, tramite Edunet dell’Università di Cassino.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni