Atuttapagina.it

Il ragazzo di Lauro Muller che ha fatto innamorare Frosinone, al Matusa torna Eder

Il Frosinone ritrova un fenomeno, anche se purtroppo solo come avversario. Domenica al Matusa torna Eder Citadin Martins, l’ex promessa brasiliana trasformatasi nel frattempo in uno dei giocatori più decisivi della Serie A e anche della Nazionale azzurra.
Nel calcio risulta difficile stabilire delle classifiche individuali. E’ stato più forte Maradona o è più forte Messi? E Pelè? E Di Stefano? Ognuno ha il suo preferito e ogni opinione ha legittimità di esistere. Se ai tifosi del Frosinone venisse fatta più o meno la stessa domanda – e cioè “Chi è stato il giocatore più forte ad aver indossato la maglia giallazzurra?” – molti risponderebbero indicando il nome di Eder.
Il ragazzo di Lauro Muller è stato uno di quelli maggiormente in grado di entusiasmare il Matusa. Una capacità tecnica fuori dal comune, una straordinaria velocità di base e il fiuto per il gol hanno contribuito a fare del brasiliano, poi naturalizzato italiano, uno dei maggiori talenti visti con la maglia del Frosinone. E alle doti in campo vanno aggiunte quelle lontano dal rettangolo di gioco: di Eder non c’è un solo tifoso che non conservi il ricordo di un ragazzo perbene.
Peccato che a Frosinone quell’interessantissimo calciatore, poi diventato un fuoriclasse, abbia giocato solo per una stagione e mezza, dal gennaio 2008 al giugno dell’anno successivo. Domenica, però, Eder tornerà al Matusa con la sua Sampdoria: ci saranno applausi da una parte e dall’altra. E magari per i gol l’ex idolo giallazzurro potrà aspettare la settimana seguente. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni