Atuttapagina.it

Quei 4.000 scatenati tifosi ciociari, ecco perché il Frosinone in Serie A è già salvo

«E quelli che si sentono in sottofondo sono i 4.000 scatenati tifosi ciociari». Siamo al secondo tempo di Lazio – Frosinone, in campo la squadra di Stellone sta tenendo testa ai biancocelesti e nel proprio settore il pubblico giallazzurro si sta facendo sentire con un tifo indiavolato. Quella frase, che risuona in tutti i televisori sintonizzati in quel momento su Sky, la pronuncia il telecronista Daniele Barone, a sottolineare con forza la passione di quelle 4.000 persone.
Ecco, senza retorica e senza cadere nelle banalità, il Frosinone la sua salvezza la sta conquistando settimana dopo settimana con il tifo verace della sua gente. Quelle migliaia di persone hanno dato prova di attaccamento alla propria terra e di civiltà, all’interno di uno stadio nel quale da avversari non erano mai entrati. Inutile stare a specificare che si sono fatti sentire più i “nostri” tifosi che non quelli biancocelesti, ciò che conta è lo spettacolo andato in scena in quello spicchio di Olimpico. Nessuno può prevedere l’esito di questa stagione per quanto riguarda la squadra giallazzurra, però una cosa è certa: Frosinone e i suoi tifosi stanno facendo parlare bene di loro ben al di fuori i confini provinciali. E questa rimarrà una straordinaria vittoria, comunque vada a finire.
Dopo aver visto quella festa di colori e passione sorgono spontanee delle domande. Perché almeno per questa stagione – ma l’augurio è che ce ne siano altre venti dopo questa – non si mette da parte la “doppia fede” e non si sceglie la squadra della propria terra? Perché così tanti ciociari continuano a tifare squadre che hanno già milioni di tifosi e che senza di loro non perderebbero nulla? Non si sentirebbero maggiormente orgogliosi ad essere parte di una realtà piccola ma dignitosa che non di una tifoseria numerosa e lontana anni luce da loro? Sarebbe bello se si facesse una scelta di campo. Frosinone o Juventus/Roma/Lazio/Milan/Inter/Napoli. Davide o Golia. E stare con Davide, come hanno fatto quei “4.000 scatenati tifosi ciociari”, è l’opzione più logica. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni