Atuttapagina.it

Sanità, il consigliere regionale Bianchi: “No a raccomandati alla guida della Asl di Frosinone”

«Le regole sulla nomina del futuro manager della Asl di Frosinone non si cambiano. Non si può tornare alla designazione fatta in base al luogo di nascita o alle amicizie politiche, trasformando una decisione che dovrebbe essere prettamente tecnica in una scelta politica. Al contrario, le cose da tenere in conto per scegliere il nuovo manager sono altre: l’esperienza, i risultati raggiunti, la capacità di tenere insieme il concetto di obiettivo e di vocazione e il profilo professionale, che dovrà essere all’altezza della sfida». Così Daniela Bianchi,  consigliere regionale e vicepresidente della Commissione Cultura in merito alla nomina del nuovo direttore generale della Asl di Frosinone.
«Con il presidente Zingaretti – ha aggiunto Bianchi – abbiamo avviato per la prima volta una scelta trasparente nelle nomine Asl, con nomi che rispondono a standard precisi di competenze ed esperienza. Sono solo questi i criteri che dovranno guidare la scelta del prossimo direttore generale della Asl di Frosinone. Se qualcuno vuole tornare al passato io non ci sto. Non voglio essere complice di lotte di potere che mettono in secondo piano la salute dei cittadini».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni