Atuttapagina.it

Se la trasferta festosa a Roma viene fatta passare come incivile, il granchio preso dalle Istituzioni

E’ ufficiale: la trasferta allo stadio “Artemio Franchi” di Firenze è stata vietata ai tifosi del Frosinone. E’ il Prefetto del capoluogo toscano ad annunciarlo attraverso un comunicato. Nel provvedimento è scritto che «vista la determinazione dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive n. 38 del 21 ottobre 2015, nella quale detto incontro di calcio è stato valutato ad “alto profilo di rischio”, in considerazione dei comportamenti posti in essere dalla tifoseria ciociara in ambito ferroviario in occasione della gara Lazio – Frosinone del 4 ottobre 2015, si dispone, per l’incontro di calcio Fiorentina – Frosinone, in programma il prossimo 1 novembre alle 12:30, presso lo stadio “Artemio Franchi” di Firenze, il divieto di vendita dei tagliandi ai residenti nella regione Lazio con contestuale sospensione dei programmi di fidelizzazione del Frosinone Calcio».
Nel provvedimento, dunque, si fa riferimento a “comportamenti posti in essere dalla tifoseria ciociara in ambito ferroviario in occasione della gara Lazio – Frosinone”. Quando e in quale momento della trasferta in treno dei tifosi giallazzurri l’Osservatorio avrebbe ravvisato comportamenti incivili o addirittura illegali non è dato sapere. Le Istituzioni hanno preso un granchio clamoroso e da Frosinone ci dovrà essere una risposta immediata a tutti i livelli per cancellare questa ingiustizia. Quella trasferta, lo diciamo a beneficio dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive e della Prefettura di Firenze, è stata semplicemente festosa. Etichettarla in un altro modo è un atto che mortifica i sostenitori del Frosinone e che va contro la verità. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni