Atuttapagina.it

Tutti in bici nel capoluogo, l’associazione Frosinone Bella e Brutta: “E adesso si realizzi la ciclabile”

«A nome del Direttivo, dei soci e dei simpatizzanti estimatori dell’Associazione di Volontariato Frosinone Bella e Brutta, desidero ringraziare vivamente tutti i partecipanti alla bella manifestazione di domenica scorsa». Inizia così il messaggio che il presidente dell’associazione Frosinone Bella e Brutta, David Toro, ha voluto esprimere dopo l’ottimo successo riscontrato dalla pedalata ecologica andata in scena nel capoluogo.
«Si è trattato – prosegue Toro – di un momento di alta partecipazione civile, durante il quale circa duecento persone, compresi tanti bambini, si sono riappropriate con le biciclette di spazi cittadini quasi sempre destinati a motori rumorosi e inquinanti, che tanti danni recano alla nostra salute personale e al decoro ed alla dignità di questa città, da anni relegata negli ultimi posti delle classifiche di vivibilità dei capoluoghi italiani».
«Doveroso è anche ricordare – continua il presidente di Frosinone Bella e Brutta – che non avremmo potuto organizzare questa quinta Pedalata senza il valido e convinto sostegno dei numerosi sponsor che ci hanno consentito di sorteggiare numerosi premi a fine manifestazione».
«A questo punto – Toro ricorda la finalità della pedalata – la parola passa, o dovrebbe passare, al sindaco Nicola Ottaviani ed alla sua giunta, affinché faccia seguire fatti concreti al grido simbolico di tanti cittadini frusinati, i quali amerebbero portare i propri figli a scuola o recarsi al lavoro in bicicletta. Per fare tutto ciò è necessario che almeno la parte bassa della città sia dotata di un’ampia rete di piste ciclabili che colleghino le ciclostazioni di Bike Sharing, così come di maggiori misure di sicurezza per pedoni e ciclisti».
«Noi di Frosinone Bella e Brutta da anni ci battiamo per introdurre misure alternative di mobilità (vedi Piedibus), per rendere questo capoluogo quanto più è possibile simile alle città del nord Italia. E continueremo a farlo fino a che le nostre azioni non avranno prodotto i frutti sperati, con l’appoggio di tutti coloro che vorranno continuare a sostenerci ed ai quali va il nostro incondizionato e sentito grazie», conclude il presidente dell’associazione.

Pedalata ecologica1

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni