Atuttapagina.it

Udinese, Carpi e Fiorentina in una settimana: torna il turnover nel Frosinone

Roberto Stellone lo aveva annunciato alla vigilia della partita con la Sampdoria: «Se nel breve termine può non sembrare così, la scelta di rendere partecipi tutti i giocatori alla lunga ti premia». L’allenatore del Frosinone ha voluto esprimere un concetto che tantissimi tifosi non condividono: il far sentire tutti importanti, chi più e chi meno, è un’ottima ricetta contro i “musi lunghi” e, di conseguenza, rinsalda lo spogliatoio. Senza tener conto che in questo modo la squadra si presenta alla fine della stagione con ancora tante energie e sappiamo quanta spinta abbiano avuto nelle gambe i giallazzurri nei play-off di Lega Pro di due anni fa e negli ultimi decisivi mesi nel passato torneo di Serie B. Insomma, il turnover è un “male” necessario.
E allora non ci si dovrà stupire se nelle prossime tre partite Stellone rivoluzionerà la squadra. Dopo le sfide con la Lazio e la Sampdoria si è capito quale sia l’undici titolare: possono esserci delle situazioni non definite, come Chibsah e Gori che partono più o meno alla pari, ma la formazione tipo si avvicina tantissimo a quella vista nelle ultime settimane.
Ecco, contro Udinese, Carpi e Fiorentina quell’undici non verrà riproposto. Già domenica allo stadio Friuli alcuni dei titolari verranno confermati, mentre altri riposeranno per il Carpi nel match di mercoledì sera. E la stessa cosa accadrà di nuovo il 1 novembre a Firenze. Resta solo da capire quale tra le tre venga considerata la gara più importante. Tutto lascia pensare che sia quella interna contro il Carpi, scontro diretto assolutamente da vincere in un Matusa che darà la solita forza al Frosinone. (Gabriele Margani)

Foto di Martina Terrinoni

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni