Atuttapagina.it

Impianto per il trattamento dei rifiuti a Patrica, il Consiglio comunale boccia la proposta

Si è riunito ieri sera il Consiglio comunale di Patrica: la sesta seduta nei cinque mesi di attività dell’attuale amministrazione.
Il sindaco Lucio Fiordalisio esprime la sua soddisfazione per il raggiungimento di traguardi ritenuti importanti a pochi mesi dall’inizio del suo mandato: «Il Comune di Patrica entrerà a far parte di un circuito di trenta Comuni che collaboreranno nella gestione e nella distribuzione in forma associata del gas naturale. Tale convenzione, che vede il Comune di Frosinone capofila della gara d’appalto, diventerà un’opportunità di crescita per i piccoli Comuni, che saranno anch’essi decisivi nelle proposte volte ad ottimizzare l’efficacia e l’economicità del servizio».
«Siamo tra i primissimi Comuni – aggiunge Fiordalisio – ad approvare il regolamento per il lavoro accessorio in favore dell’Ente. Attraverso l’erogazione dei voucher nasceranno possibilità di lavoro per i cittadini che vivono in situazioni di disagio economico. L’amministrazione ha voluto, poi, dare un ulteriore segnale in favore della cittadinanza, istituendo per la prima volta nella storia amministrativa del paese delle borse di studio per gli studenti meritevoli».
«E’ stata, inoltre, approvata in Consiglio – prosegue il sindaco – la convenzione che vedrà Patrica associata con i Comuni di Ferentino, Fumone, Morolo e Supino per l’ampliamento della rete del trasporto pubblico locale. Saranno, così, individuate nuove tratte a vantaggio dei pendolari».
«Abbiamo dato poi un ampio spazio alla questione ambientale nel quinto punto all’ordine del giorno, nel quale abbiamo approvato, anche in questo caso all’unanimità, la relazione del tecnico comunale in cui si respinge la richiesta della ditta “Terra Pulita” che chiedeva l’insediamento sul nostro territorio di un impianto per il trattamento di materiali altamente inquinanti. Una richiesta che stanziava sulle scrivanie delle vecchie amministrazioni da anni e che soltanto oggi viene di fatto respinta, definendo la nostra posizione di attuale amministrazione contraria all’insediamento di tale impianto. La Ciociaria è una terra meravigliosa, ricca di bellezze paesaggistiche che noi amministratori abbiamo il dovere di tutelare. Non scenderemo mai a patti con chi proverà a condannare il nostro territorio a divenire la culla dei rifiuti del Lazio», conclude Lucio Fiordalisio.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni