Atuttapagina.it

La caduta di stile di Sousa sul cambio del portiere, gli avversari vanno rispettati

Si fa un gran parlare degli allenatori stranieri che in Italia portano un’altra cultura sportiva. Probabilmente l’affermazione è vera, ma oggi non è stato così. Anzi, Paulo Sousa, tecnico da questa stagione della Fiorentina con la quale sta ottenendo straordinari risultati, ha mancato di rispetto nei confronti dell’avversario. Un avversario, il Frosinone, che in quel momento stava perdendo per 4-0.
Al 26′ del secondo tempo, con il punteggio ampiamente al sicuro, Sousa ha voluto concedere la gioia dell’esordio al ventenne Luca Lezzerini. Quest’ultimo di professione fa il portiere. Lezzerini non è entrato in campo per un infortunio dell’estremo difensore viola titolare, Tatarusanu. No, Sousa ha fatto debuttare il giovane portiere perché il risultato era ampiamente al sicuro.
Forse – vogliamo concedere il beneficio del dubbio – il tecnico portoghese ha fatto quella sostituzione senza pensare che in quel modo avrebbe umiliato la squadra avversaria. Perché è scontato che la Fiorentina non avrebbe mai operato il cambio se il risultato fosse stato ancora in bilico. Più di qualche giocatore del Frosinone, però, si è sentito preso in giro. La sostituzione del portiere per dare spazio a un giovane viene effettuata solo nelle amichevoli: è questo il messaggio arrivato alla squadra giallazzurra. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni