Atuttapagina.it

Le veronesi per la svolta della stagione, due appuntamenti da non fallire

La città di Verona come spartiacque nella stagione del Frosinone. Saranno le due squadre scaligere a costituire un bivio importante – anche se non ancora decisivo – nel cammino del gruppo di Stellone. Domenica prossima, 29 novembre, la sfida contro il Verona; una settimana più tardi, il 6 dicembre, la gara contro il Chievo. Due appuntamenti consecutivi in casa, dove il Frosinone riesce ad esprimersi meglio.
Come accennato, non siamo ancora nella fase della stagione in cui sbagliare diventa vietato: qualsiasi risultato arrivi da queste due partite non comprometterà le ambizioni del Frosinone, né al contrario metterà in salvo i giallazzurri. Insomma, se con sei punti non sarà stata raggiunta la salvezza, allo stesso modo con zero, uno o due punti non verrà scritta la parola “fine” sull’obiettivo dei ciociari.
Però, anche alla luce delle difficoltà incontrate dal Frosinone lontano dal Matusa, questi due appuntamenti assumono un significato importante: uscire con un doppio successo o anche con quattro punti dalle sfide alle veronesi vorrebbe dire rilanciarsi in classifica e riacquistare quell’entusiasmo che gli ultimi risultati – il pareggio interno con il Genoa più della “batosta” di San Siro contro l’Inter – hanno fatto venir meno.
Battere il Verona, in particolare, vorrebbe dire mettere un distacco importante proprio nei confronti della squadra di Mandorlini; superare il Chievo, invece, permetterebbe al Frosinone di risucchiare nella lotta per la retrocessione una squadra partita fortissimo in questo campionato. Ecco perché il doppio impegno contro le due formazioni di Verona va sfruttato nel migliore dei modi. Il fattore Matusa è pronto a fare la sua parte.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni