Atuttapagina.it

Patrica, l’annuncio di Fiordalisio: “Giù la Tasi e l’Imu sulle aree fabbricabili”

«Abbiamo corretto la delibera dalla scorsa giunta comunale adottata nell’anno 2012 sui valori delle aree edificabili, che in maniera assolutamente generica e senza valutare gli indici di mercato e i tanti vincoli ricadenti sul territorio assegnava a nostro avviso valori non congrui e penalizzanti per i proprietari». Il sindaco di Patrica Lucio Fiordalisio ha sottolineato i provvedimenti attuati in questi primi mesi di amministrazione.
«Con nostro atto di Giunta – ha affermato Fiordalisio – è stato adeguato ai reali valori di mercato il valore delle aree edificabili e, tenendo conto dei vincoli, sono stati approvati gli indici di riduzione per quelle aree sottoposte agli stessi. Durante la campagna elettorale avevamo già illustrato le modalità con le quali saremmo intervenuti e abbiamo mantenuto l’impegno. Con l’approvazione dei nuovi indici si avrà un notevole abbattimento di circa il 22% su tutti i valori delle aree edificabili. In particolare sono state approvate le riduzioni per i terreni ricadenti nelle seguenti casistiche: in assenza di lotto minimo, sottoposti a vincoli previsti dal piano di fabbricazione, alta velocità, metanodotto, corsi d’acqua e particolare pendenza. Questa misura adottata avrà immediato riscontro sui tributi da pagare. Un grande sacrificio il nostro, considerato che l’unico sostentamento dell’Ente deriva dai tributi comunali. Riteniamo prioritario sostenere le difficoltà dei nostri concittadini e siamo convinti che una buona amministrazione comunale debba impegnarsi nel rendere efficaci tutti gli strumenti che ha a disposizione e di finalizzarsi nella direzione del sostegno concreto e non auspicato. È questo il compito di una municipalità, un’istituzione vicina a chi risiede nel territorio e non un’entità irraggiungibile».
Fiordalisio ha concluso annunciando che nei prossimi giorni verrà organizzata un’iniziativa per la cittadinanza, nella quale verranno descritti tutti gli interventi attuati sui tributi.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni