Atuttapagina.it

Troppo forte la Fiorentina per il Frosinone, giallazzurri ko per 4-1

Il Frosinone ha perso per la prima volta con un pesante passivo da quando è in Serie A. La Fiorentina ha vinto per 4-1 e, da quello che si è visto fin dai primi minuti, il risultato rispecchia il divario che oggi c’era tra le due squadre. Nessun dramma, però, dopo questa sconfitta: i leoni ciociari sono più che mai in corsa per l’obiettivo salvezza. Questo risultato non deve spostare niente nei piani del Frosinone.
Non è priva di sorprese la formazione del Frosinone. Innanzitutto a trentaquattro anni esordisce in Serie A Massimo Zappino: per il portiere sembra il giusto premio ad una carriera ricca di successi con la maglia giallazzurra. E poi c’è il debutto da titolare di Verde, che viene schierato alle spalle di Daniel Ciofani. E’ la Fiorentina che costruisce la prima azione al 4′, con Babacar che al centro dell’area si gira e chiama Zappino alla risposta: efficace l’intervento con il piede del portiere giallazzurro. I viola sono padroni del campo nel primo quarto d’ora, il Frosinone è costretto a difendersi. Al 15′ ci prova Badelj con un violento destro da fuori area: sulla schiena dei giocatori del Frosinone corre un brivido, ma il pallone oltrepassa il palo. La Fiorentina continua a premere e colleziona una serie di calci d’angolo: anche Daniel Ciofani arretra per dare una mano ai compagni sulle palle alte. E proprio sugli sviluppi di un corner la formazione di Sousa sfiora il gol con una girata di Babacar: il pallone sembra diretto sotto la traversa, ma Zappino con uno spettacolare gesto atletico riesce a respingere la conclusione dell’attaccante viola. Il gol, purtroppo, è nell’aria. Al 24′ Rebic effettua un cross che prende una letale traiettoria per il Frosinone: il pallone calciato dall’esterno viola scavalca Zappino e si infila sul secondo palo. 1-0 e Rebic che quasi chiede scusa per il gol fortunoso. Dopo pochi secondi il croato sfiora il raddoppio con un tiro da fuori area che colpisce il palo. Ma di lì a poco il Frosinone capitola ancora e per ben due volte. Al 29′ Rodriguez colpisce di tacco un pallone proveniente da un calcio di punizione dalla sinistra: Zappino è battuto. Due minuti dopo Diakité non riesce a frenare la corsa in marcatura su Mati Fernandez e atterra il cileno. Il calcio di rigore è sacrosanto: dal dischetto Babacar non fallisce e porta la Fiorentina avanti per 3-0. La partita praticamente finisce qui: il Frosinone è completamente in balìa dell’avversario, come mai era capitato in questa stagione. E poco prima della fine del primo tempo i padroni di casa realizzano anche il quarto gol: Diakité conferma di non essere in giornata e Suarez batte Zappino. Finisce qui la prima frazione. Troppo più forte oggi la Fiorentina rispetto al Frosinone.
La ripresa inizia con l’avvicendamento tra Babacar e Verdù nelle file viola. Al 6′ Suarez sfiora il palo con una conclusione di destro appena fuori il limite dell’area. La gara viene giocata dalla Fiorentina a ritmi più lenti rispetto a quelli dei primi quarantacinque minuti: è evidente che il 4-0 accontenta i giocatori di Sousa. Altro cambio per i viola: Rossi prende il posto di Roncaglia. Poi Stellone manda in campo contemporaneamente Longo e Carlini per Daniel Ciofani e Chibsah. Al 26′ terzo ed ultimo cambio da parte di Sousa, che manda in campo il ventenne portiere Lezzerini al posto di Tatarusanu. Stellone risponde richiamando Sammarco e facendo entrare Gucher. E’ povero di occasioni il secondo tempo, con la Fiorentina appagata che non vuole infierire e il Frosinone demoralizzato a cercare di segnare almeno il famigerato “gol della bandiera”. Poco dopo la mezz’ora è Verde a divorare il gol del possibile 4-1. La palla servita da Carlini raggiunge l’ex Primavera della Roma all’altezza del dischetto: Daniele è libero da marcature e ha tutto il tempo per prendere la mira, ma la conclusione sorvola incredibilmente la traversa. Al 38′ è, invece, la Fiorentina ad andare vicinissima al quinto gol: Rossi serve Verdù, il cui tiro si stampa sulla traversa. Al 41′ arriva il gol giallazzurro: Longo lavora molto bene un pallone che arriva tra i piedi di Frara, il quale trova lo spazio giusto per la rete del 4-1. E al 91′ Verde va vicino a un altro gol con una bella girata e un tiro al volo di sinistro che colpisce la traversa. E’ l’ultima azione della partita: nel finale di match il Frosinone riesce a ritrovare l’orgoglio e a creare più di un pericolo alla difesa della Fiorentina che, va detto, dopo il primo tempo ha giocato su ritmi molto più lenti. E’ arrivata la prima “imbarcata” della stagione: un’eventualità che era stata messa in conto e che, comunque, non deve lasciare strascichi all’interno del gruppo e nell’ambiente. Il Frosinone può continuare a credere alla salvezza, pur con questo 4-1 subito.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni