Atuttapagina.it

Contro il Sassuolo si passa al 4-3-1-2. Ma il modulo è un falso problema nel Frosinone

Roberto Stellone ha deciso: alla prima giornata del 2016 il Frosinone si sistemerà in campo con un nuovo modulo tattico. A voler pensar male forse è stata la società a decidere e non l’allenatore, visto che il tecnico è stato “consigliato” di cambiare. Fatto sta che contro il Sassuolo vedremo un nuovo schema tattico. La nuova disposizione è il 4-3-1-2. Senza entrare in poco interessanti tecnicismi, la novità sarà rappresentata dall’inserimento di un centrocampista centrale e dal ricorso al trequartista, abbandonando quindi la soluzione con gli esterni alti. In pratica, più sostanza a centrocampo e, alle spalle delle punte, un elemento in grado di inventare ma anche di dare una mano ai tre compagni sulla linea mediana.
Contro il Sassuolo non ci sarà per squalifica, ma quel ruolo di trequartista verrà ricoperto in futuro da Soddimo. E in mezzo al campo agli attuali titolari Gori e Sammarco potrebbe aggiungersi Chibsah più di Gucher. Insomma, un centrocampo più robusto per dare maggiore solidità e garantire una migliore protezione alla difesa.
In realtà quello del modulo tattico per il Frosinone è un falso problema. O, quanto meno, non è il problema principale. Stellone negli ultimissimi risultati negativi ha la sua parte di responsabilità, indubbiamente, ma i mali del Frosinone non sono legati solo all’atteggiamento tattico della squadra. La verità è che con il materiale a disposizione si è andati anche al di là delle aspettative e che se la squadra non verrà rinforzata adeguatamente nemmeno il più sagace degli allenatori potrà salvarla dalla Serie B. (Gabriele Margani)

Foto di Martina Terrinoni

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni