Atuttapagina.it

Dalle tournée in tutto il mondo al palco della Saletta, il jazz di Greta Panettieri a Frosinone

Una delle più talentuose vocalist italiane sarà di scena alla Saletta di Frosinone, in via Matteotti, domani 5 dicembre alle 21:30 per “Culturando alla Saletta”, manifestazione realizzata in collaborazione con il Conservatorio “Refice” e la Casa ciociara della cultura, con il sostegno della Banca Popolare del Frusinate e la partnership di Radio Cassino Stereo. Greta Panettieri si sta sempre più affermando nella scena jazz internazionale per le innate doti vocali virtuosistiche, per l’estremo eclettismo musicale, per le collaborazioni illustri e per i sold out che continua a collezionare nei live club e festival sia in Italia che all’estero. L’ultimo album “Non gioco più” (Italian ’60 in jazz), che rilegge i successi di Mina in chiave jazz e che contiene un’inedita versione del brano “Brava” con Fabrizio Bosso, ha conquistato anche il Giappone: da settembre 2014 il disco è distribuito da Albore Jazz ed è protagonista di un tour che ha già toccato diverse città italiane, New York, Barcellona e che continuerà per i prossimi mesi.
Nata a Roma e cresciuta in Umbria, Greta Panettieri inizia la sua avventura musicale giovanissima con lo studio del violino che continua fino ai 16 anni nel Conservatorio di Perugia. La musica è la sua prima passione e diventa presto una scelta di vita. Nel ’94 inizia a studiare canto jazz con Cinzia Spata, nel 1998 partecipa alle clinic di Umbria Jazz come cantante, vincendo una delle borse di studio per la Berklee School di Boston. Arrivata a New York nel 2000, Greta si immerge in un mondo di note e di jazz, cantando in vari contesti, dai più tradizionali ai più sperimentali. Tutte queste influenze ed esperienze la porteranno a diventare una “Universal Recording Artist”, una tra i pochissimi italiani ad aver ottenuto un contratto di produzione discografica con una major americana. Nel 2009 arriva la prima tournée europea come opening act di Joe Jackson e nel 2010 esce negli Stati Uniti “The Edge of Everything”, il primo album di Greta’s Bakery per la Decca/UMG, al quale partecipano grandi nomi tra i quali Diane Warren. Il 2011 è, invece, l’anno in cui Greta torna in Italia: incontra Gegé Telesforo, con il quale inizia una stretta collaborazione che la porterà a cofirmare molti brani nel disco di Telesforo “Nu Joy”, tra cui la canzone “Last Goodbye” che sarà prima nelle classifiche jazz di iTunes per oltre un mese. La produzione di inediti non si ferma e, con la supervisione di Larry Williams, Greta’s Bakery porta a termine un secondo disco, “Under Control”, distribuito worldwide su tutte le piattaforme digitali dalla fine del 2013 e in uscita fisica come allegato al graphic novel “Viaggio in Jazz” ispirato alla vita di Greta e pubblicato da Edizioni Corsare. Con Vincenzo Martorella Greta parlerà di “Viaggio in jazz” e ammalierà la platea con le sue canzoni.
Per info e prenotazioni tavoli: 331.9495179.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni