Atuttapagina.it

Nasce uno stabilimento Sanpellegrino a Castrocielo: 16 milioni di investimento, 24 lavoratori impiegati

Il Gruppo Sanpellegrino ha annunciato, presso la Regione Lazio, un nuovo progetto industriale a Castrocielo per la produzione di acqua minerale a marchio Nestlé Vera.
Con un investimento pari a 16 milioni di euro, la fabbrica è stata concepita per integrarsi al meglio nel territorio su cui insiste, grazie alle performance di sostenibilità ambientale e all’impegno alla valorizzazione della fonte di acqua minerale “Naturae”, che rappresenta un’eccellenza dell’area di Castrocielo.
Lo stabilimento imbottiglierà l’acqua minerale a marchio Nestlé Vera, che, con la nuova fonte Naturae, va a completare il progetto di multisourcing del Gruppo in Italia.
Il piano commerciale della fabbrica di Castrocielo prevede la produzione nel primo anno di circa 220 milioni di litri, con opportunità di crescita negli anni successivi a pieno regime.
«Siamo particolarmente orgogliosi di questo nuovo stabilimento nel Lazio – dichiara Stefano Agostini, presidente e amministratore delegato di Sanpellegrino -. Un investimento che testimonia ancora una volta l’interesse strategico del Gruppo nel settore delle acque minerali, un’autentica eccellenza del nostro Paese; quella dell’imbottigliamento di acqua minerale è peraltro un’attività non delocalizzabile, che è nel dna della tradizione e dell’industria alimentare italiana».
«Con la fabbrica di Castrocielo – continua Agostini – vogliamo portare innovazione nel settore, per tipologia di modello produttivo e distributivo proposto e per impegno a raggiungere elevate performance di sostenibilità ambientale e di positivo impatto sul territorio».
Lo stabilimento di Castrocielo vanterà performance “best in class” soprattutto nel risparmio energetico, attraverso utilizzo di sistemi fotovoltaici, utilizzo esclusivo di energia green proveniente unicamente da fonti rinnovabili, luci al led, sistemi di recupero e trattenimento del calore.
Tutti i materiali di packaging saranno riciclabili, un dato che, unito al minore impatto ambientale generato dall’ottimizzazione della distribuzione attraverso il progetto multisourcing, pone Castrocielo come fabbrica in grado di segnare un modello per il futuro del settore.
Inoltre, con questa operazione Nestlé, di cui Sanpellegrino fa parte, rafforza il proprio ruolo di fonte occupazionale nel territorio frusinate, dove il Gruppo è già presente con lo stabilimento di Ferentino.
La fabbrica di Castrocielo occuperà 24 persone, impiegando soprattutto giovani con livello di formazione medio-superiore e genererà un importante indotto, diretto ed indiretto.
Particolare attenzione verrà, infine, prestata alla creazione di valore condiviso per il territorio, attraverso progetti di riqualificazione dell’area industriale e del locale sito storico e archeologico di Aquinum.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni