Atuttapagina.it

Programmazione e competenza, così la Primavera del Frosinone è prima in classifica

Il settore giovanile del Frosinone è tornato a far parlare di sé in tutta Italia. Dopo gli scudetti del 2012 nelle categorie Berretti e Allievi, il vivaio giallazzurro è di nuovo in vetta con la Primavera. I ragazzi under 18 del Frosinone sono magnificamente primi nel proprio girone con un punto di vantaggio sull’Empoli e due sulla favorita Roma.
Merito di un gruppo di ragazzi nel quale ci sono tantissimi elementi interessanti e merito di uno staff tecnico guidato da un allenatore di valore, Federico Coppitelli, che a soli 31 anni ha già in tasca due scudetti nel settore giovanile della Roma. Ma, soprattutto, merito di una società che ha fatto del proprio vivaio il fiore all’occhiello di cui potersi vantare. Il direttore generale Ernesto Salvini, nel suo ruolo di responsabile del settore giovanile, si sta confermando tra i dirigenti che in Italia meglio sappiano operare nella costruzione di un vivaio. La sua felice intuizione di “strappare” Coppitelli alla Roma si sta rivelando vincente. L’attuale tecnico della Primavera giallazzurra aveva appena vinto lo scudetto alla guida degli Allievi giallorossi, dopo aver trionfato un anno fa con i Giovanissimi della stessa società della Capitale. La scorsa estate per Coppitelli sarebbe stata inevitabile la promozione alla guida della Primavera della Roma per proseguire il suo percorso di crescita e per continuare a far maturare lo stesso gruppo di ragazzi con i quali lavorava da due anni. Ma alla Roma sulla panchina della Primavera c’è ormai da quattordici anni l’irremovibile Alberto De Rossi e, come già successo qualche anno fa ad Andrea Stramaccioni, anche Coppitelli è stato “costretto” a lasciare i giallorossi per una crescita professionale. L’offerta giusta è arrivata da Salvini e dal Frosinone: il diggì giallazzurro ha convinto il giovanissimo tecnico ad accettare la panchina della Primavera ciociara. Il resto è storia nota: nel Girone C del campionato Primavera i giallazzurri sono primi in classifica con 22 punti, frutto di sette vittorie (sei su sei in casa) e un pareggio. Ecco come il Frosinone insegna ad altre società a vincere con il vivaio. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni